COGLIATE – Il paese si è svegliato stamattina tappezzato di lenzuola. Agli ingressi del paese e sulle strade principali, sono comparsi degli striscioni che invitano i cittadini a prestare la massima attenzione ai ladri. Il tono è “comune sotto assedio dei ladri”. La preoccupazione probabilmente deriva dai continui furti e tentati furti subiti dai cittadini nelle ultime settimane. Un’esasperazione che porta quasi al panico, sui social network, laddove a cadenza quasi giornaliera arrivano segnalazioni di episodi criminali (come quello di un cittadino che si è trovato faccia a faccia con due malviventi, nella sua abitazione, giovedì scorso) con tanto di modelli delle auto e targhe sospette. Un continuo di furti e tentati furti che tocca da vicino i cogliatesi. Tempo fa, al Villaggio Pini, alcuni residenti si organizzarono in ronde, scoraggiate da amministrazione e forze dell’ordine. La stessa amministrazione sta provvedendo con l’installazione di nuovi occhi elettronici che possano prevenire atti vandalici e furti. Mentre la Polizia locale è impegnata da mesi in un programma di diretta sorveglianza del territorio.

«A prescindere da chi abbia fatto questi striscioni (con i quali concordo)», dice il capogruppo di Lega Nord, Pdl e Nuova Cogliate, Andrea Basilico «sono sempre più convinto che serva maggior controllo del territorio e che la gente ne abbia veramente piene le palle di doversi sentire prigioniera in casa propria e di sentirsi dire frasi del tipo “ormai è necessario mettere le inferiate alle finestre”. Sempre che non ci rubino pure quelle… Non dobbiamo arrenderci ed avere paura, MAI, altrimenti saremo sempre più in balia di questi delinquenti».

cogliate lenzuolata anti ladri (1)

cogliate lenzuolata anti ladri (2)

cogliate lenzuolata anti ladri (3)

cogliate lenzuolata anti ladri (4)

16 Commenti

  1. Ma come, a Cogliate c’é la Lega Nord, io non ci credo che rubano anche a Cogliate… no, no, sono notizie infondate e destabilizzanti.
    Del resto Saronno é diventata ipersicura da quando c’é Fagioli sindaco, lo vedono tutti.

  2. Per anni hanno tagliato le forze di polizia, in molti comuni la polizia locale di fatto quasi non esiste più, visto che spesso ha un solo mezzo per spostarsi, è sottodimensionata e fa orari d’ufficio!! Quindi meno controlli in giro per le vie del paese e sicuramente niente controlli notturni. E questa è la logica conseguenza (aggiungiamoci poi un sistema penale che prevede indulti e scarcerazioni facili). Eppure abbiamo da decenni soprattutto certe parti politiche che sulla sicurezza ci fanno intere campagne politiche, adducendo ogni colpa al governo centrale. Credo che la colpa sia un po’ di tutti se oggi siamo in questa situazione. Fondi per salvare “strade” ci sono sempre, magari sarebbe meglio investire di più sul territorio in termini di sicurezza e ambiente.

    • I comuni del saronnese devono aggregarsi per sopravvivere.
      Cogliate é troppo piccolo per stare in piedi da solo.
      Un unico grande comune vuol dire più pattuglie di Polizia Locale sulle strade anche nel weekend o la notte, ma soprattutto un commissariato di Polizia di Stato e Polstrada nel saronnese.
      Che senso ha che il 112 di Cogliate debba venire da Desio che é oggettivamente molto più lontano di quello di Saronno?

      • Concordo, aggregare e creare sistema controllo con zone vicine, per esempio Ceriano, pattuglie che girino per i due paesi dividendo la spesa.

  3. Sono di Garbagnate. Anche da noi i furti non si contano più; Il nostro
    “caro” sindaco abita nella mia frazione e vi garantisco che non l’ho ancora MAI visto una volta dalle mie parti. Evidentemente si vergogna di abitare a Santa Maria Rossa…
    Comunque è veramente triste e sconfortante vedere come anche la più banale cronaca nera di paese venga strumentalizzata per fare politica. Va la volete smettere? Patetici… Detto ciò, visto che in Italia non si è tutelati in alcun modo contro i malviventi e,anzi, si finisce a processo quando c scappa il morto, sono assolutam d’accordo con la “difesa fai da te”, a costo di passare per “leghista che vuole il far west” ! E vi assicuro che non voterò Lega alle prossime elezioni, ma tanto sicuramente qualcuno mi avrà già “etichettato” politicamente…
    Che amarezza
    Saluti

  4. Ma quale aggregazione! Ma non scherzate neanche ! Prendete esempio. E nel saronnese Ceriano è un esempio. Non sono leghista, e non nutro nemmeno simpatia per il movimento verde, ma quando uno fa un buon lavoro sul territorio, lo fa e lo possono vedere tutti.

    • Si certo, ottimo sindaco per la festa della birra a Dal Pozzo, o per la politica internazionale tra Russia e Ucraina, ma per la sicurezza a Ceriano fa solo rumore.
      I treni della S9 sono sempre pericolosi, nei boschi di Ceriano ci sono spacciatori a iosa, anche in pieno giorno, e i furti in casa sono in percentuale come a Saronno.

  5. Occhio, a Ceriano non è tutto oro quello che luccica.

    I ladri vanno a Cogliate come a Ceriano come a Saronno, il resto sono solo chiacchere e propaganda politica.

    Se nei boschi delle Groane ci sono gli spacciatori è perchè hanno mercato !!!!!!!!!

Comments are closed.