UBOLDO – Uno spettacolo davvero unico quello portato sul palco di Uboldo, al teatro San Pio di piazza Conciliazione, dalla The Blues brothers tribute band sabato scorso. Due ore intense di musica con brani da quelli dell’omonimo film di John Landis a quelli portati in giro per il mondo nelle tournée dai Blues brothers. Undici musicisti, tra cui spiccavano una sezione fiati composta da due sax, una tromba, un trombone ed una voce femminile in perfetto stile soul per interpretare le canzoni di Aretha Franklin. Naturalmente non potevano mancare i mitici fratelli Jake ed Elwood Blues, rigorosamente in abito nero, cappello e occhiali da sole. Uno spettacolo quello proposto dalla The Blues Brothers Tribute Band che ha fatto ballare e divertire il “Teatro San Pio-Sala della comunità” di Uboldo.

Intanto, la stagione si prepara alle festività natalizie con un doppio appuntamento. Sabato 19 dicembre (alle 21) tradizionale concerto Gospel con il coro InControCanto. Nato nel 1996 con l’intento di condividere la passione per il canto di tradizione afro-americana, il coro ha ampliato il repertorio, arricchendolo di brani jazz e pop, ponendo sempre più attenzione all’aspetto vocale, interpretativo e a quello coreografico. Una curiosità del coro, che lo contraddistingue dalla maggioranza dei gruppi, è il fatto di essere costituito solo da voci femminili. E poi giovedì 31 dicembre (alle 22) spettacolo teatrale brillante per festeggiare insieme l’arrivo del nuovo anno. Anche quest’anno sarà in scena la Compagnia Ridi per Caso con la commedia “E io ti assolvo”. La commedia è ambientata in una chiesa di un paesino nel momento delle confessioni comunitarie. Tanti sono i personaggi che si alternano davanti al confessionale, con i loro peccati e le loro vicende, con un lato spesso di umorismo involontario. Ad accoglierli trovano un personaggio che non può mai mancare in una chiesa o in una sagrestia: la perpetua, impegnata con i pettegolezzi e a curiosare nelle altrui vicende. Si crea così un piccolo microcosmo di persone comuni, impegnate a vivere la loro quotidianità, fatta di vicende normali ma con qualche risvolto di sano e imprevedibile umorismo. Una commedia per sorridere certo, ma che propone una morale: nonostante l’uomo cerchi di cancellare errori e debolezze, Dio lo perdona.

Per entrambi gli spettacoli è possibile prenotare il proprio posto sul sito internet www.teatrosanpio.uboldo.info.

24112015