SARONNO – “Gli alberi di cartone sono un piccolo segno delle realtà che fanno o faranno del bene, sono un dono per Saronno”. Così l’assessore alle Politiche Giovanili Francesco Banfi commenta l’arrivo dei primi alberi decorati dei saronnesi.

In collaborazione con la fondazione Casa di Marta, la fondazione Cls e il sostegno dei commercianti, il Comune ha invitato i cittadini ad abbellire gli spazi della città durante il periodo natalizio decorando un albero tridimensionale in cartone bianco con interventi artistici a tecnica libera. Si poteva utilizzare la pittura, il collage ma anche applicazioni polimateriche ed ogni altra soluzione suggerita dalla propria fantasia.

Un appello a cui i saronnesi hanno aderito con entusiasmo: “Bambini, famiglie e negozianti – continua Banfi – decorando gli alberi indicano la precisa volontà di ciascuno di noi ad occuparsi della città ornandola a festa; i commercianti che cureranno gli alberi saranno le prime sentinelle in città, importante far vivere i negozi di quartiere.
L’albero è un gesto semplice che chiama tutti a prenderci cura di Saronno con fiducia generando un circolo virtuoso”.

Il commento dell’esponente della Giunta del sindaco Alessandro Fagioli è arrivato ieri mattina dopo la visita alla scuola Vittorio da Feltre e Aldo Moro in viale Santuario dove gli alunni hanno esposto i loro alberi di Natale in attesa di consegnarli al Comune perchè siano distribuiti per le vie del centro storico: “Vedere i bambini e i ragazzi vicini alla propria opera è stato davvero magico: un primo attacco d’arte!”

Ecco alcune delle opere esposte

1 commento

  1. Speriamo che adesso qualche imam o qualche preside “filo” non ci impedisca di posizionarli e di festeggiare il Natale secondo le NOSTRE tradizioni. Riempiamo le NOSTRE vie e le NOSTRE scuole dei simboli della NOSTRA civiltà!!!!!! Se a qualcuno non piacciono, può andarsene subito in Arabia Saudita.

Comments are closed.