SARONNO – Sabato alle 6,30 è iniziato la lunga mattinata per il posizionamento dell’albero di Natale al centro in piazza Libertà. All’opera un’autogru e una piattaforma che prima delle 7 hanno posizionato al centro della piazza un abete alto 8 metri. I rami sono stati aperti nel giro di un’ora sono state posizionate le luci e la stella in punta. Alle 8 quando ormai la piazza era illuminata sono state portate all’ombra della Prepositurale le decorazioni. E’ così iniziato, con l’ausilio di una piattaforma aerea, il posizionamento delle palline colorate. Intorno alle 11, collocate tutte le decorazioni, è stata la volta della costruzione della recinzione protettiva intorno all’albero collocata come ogni anno per proteggere i rami raggiungibili dell’abete. Ultimo tocco martedì 8 dicembre quando saranno accese tutte le luci collocate tra i rami.

In prima linea, per tutte le operazioni, gli assessori al Commercio Francesco Banfi e quello allo Sport e Ambiente Gianpietro Guaglianone. I due membri della Giunta hanno seguito il posizionamento dell’abete ed hanno anche posizionato alcune decorazioni. Non sono mancati selfie e foto ricordo nelle diverse fasi della realizzazione dell’albero.

 

13 Commenti

      • siccome sei in un paese cristiano o accetti il volere della maggioranza o lo accetti comunque e mandi giú il rospo. Del resto, tutti hanno rospo da mandar giú.

        • Appunto, è quello che sto dicendo. Io sono cristiano e non voglio vedere un simbolo pagano perdipiù di fronte ad una chiesa. E poi, perchè tu ti firmi “un cittadino”? Non sei forse cristiano?

  1. Io mi preoccuperei piuttosto di aggiustare la casetta dell’acqua che da oltre un mese non eroga più l’acqua gasata (n.b. a pagamento ma pur sempre acqua). Chi ha in gestione l’impianto? Babbo Natale?

  2. Bene Alba Fucens , è veramente scandaloso che da altre un mese non venga erogata l’acqua gasata e che le pareti della casetta, da fine luglio, siano vergognosamente imbrattate da scritte e manifesti. Che sia volutamente tenuta male per scoraggiare i più ad utlizzare “‘Acqua del Sindaco?”

  3. Io mi preoccuperei per il non rispetto delle più elementari norme di sicurezza relative ai lavori in quota (D.Lgs. 81/2008), e per di più alla luce del sole!

Comments are closed.