ceriano allarme bomba consiglio comunaleCERIANO LAGHETTO – Questa mattina, Ceriano si è svegliata leggendo la cronaca della notte scorsa, quando la sala del consiglio comunale è stata evacuata a causa di un allarme bomba recapitato ai Carabinieri. Sull’episodio ritorna con queste parole in esclusiva per ilSaronno.it anche il sindaco Dante Cattaneo: «È un fatto grave, inedito, un atto intimidatorio che aveva l’intento di impedire lo svolgimento del consiglio comunale, massima assise ed espressione democratica del nostro comune», il commento del giorno dopo del borgomastro leghista. «Questi farabutti non sono riusciti nell’intento: al di là della tensione e del disagio creati, ho preso subito la decisione di proseguire il Consiglio altrove, nella vicina Villa Rita. I pazzi, i violenti non la avranno mai vinta, almeno qui a Ceriano Laghetto. Lo abbiamo dimostrato in questi anni: sappiamo essere più forti di intimidazioni e minacce di pochi vili. Sono grato alle forze dell’ordine per il loro intervento in forze e confido nelle loro indagini affinché il responsabile sia individuato punito e portato al cospetto del consiglio comunale dove pretenderò scuse pubbliche».

Sui fatti si esprime anche Mauro Campi: «Sono atti che devono essere condannati e non strumentalizzati. Speriamo non si ripeta più. Buon Natale a tutti», il commento laconico del capogruppo della lista d’opposizione Orizzonte Comune, presente come tutti in consiglieri, alla seduta di ieri sera.

Sul caso stanno indagando i carabinieri della tenenza di Desio, guidati dal Capitano Mansueto Cosentino, intervenuto sul posto a coordinare l’attività delle forze dell’ordine.

23122015