dantecattaneo CERIANO LAGHETTO – Dante Cattaneo ha scelto il suo profilo Facebook per commentare con i propri concittadini l’allarme bomba vissuto ieri sera durante la seduta di consiglio comunale. 
Ecco il testo integrale del suo intervento

In questi anni da Sindaco ne ho vissute parecchie. Dal primo giorno in cui arrivarono minacce telefoniche di morte al telefono, alle ruote della mia macchina tagliate più volte, alla lapide al camposanto con la scritta in vernice spray “x crippa” (minaccia rivolta al mio vicesindaco). Ieri, un altro episodio di gravità inaudita, mai accaduto a Ceriano: il Consiglio Comunale, iniziato con un minuto di silenzio in ricordo di Valentina, sospeso dopo circa un’ora per ALLARME BOMBA in Sala Consiliare. I presenti hanno ordinatamente abbandonato l’aula, le forze dell’ordine -che ringrazio per l’ottimo lavoro e la grande professionalità- hanno messo in sicurezza il centro paese e bonificato la sala, realizzando che fortunatamente si trattava di un falso allarme. Per la cronaca, il Consiglio lo abbiamo continuato comunque, in Villa Rita ed abbiamo approvato, tra le altre, la convenzione sulla Centrale con cui abbiamo dato il via libera al Cogeneratore e allontanato la Turbogas. E’ un clima che non ci piace, alimentato da odio, insulti e falsità interessate, che non appartiene alla storia e alla cultura di Ceriano Laghetto. A questi FARABUTTI dico: non mi sono intimorito allora, non ci intimoriamo adesso! Anzi, andiamo avanti più forti che mai! #iononhopaura #CerianoLaghetto