gianpietro guaglianone (1)SARONNO – Da sei mesi fanno parte della squadra del sindaco Alessandro Fagioli che guida la città: in questo periodo hanno avuto modo di vedere dall’interno come funziona la macchina comunale e di avviare i primi progetti. Dal 23 dicembre ilSaronno vi propone, una al giorno, l’intervista di fine anno agli assessori in carica. Un poker di domande per uno, più un augurio ai saronnesi, per tracciare il bilancio del loro 2015.

Dopo Lucia Castelli, Gianangelo Tosi Maria Elena Pellicciotta tocca ora Gianpietro Guaglianone assessore all’Ambiente e allo Sport.

1. Bilancio dei 6 mesi da assessore
E’ stata un’esperienza decisamente ricca ed impegnativa. Stare in Municipio tutto il giorno permette di seguire i diversi progetti e problematiche ma anche di conoscere la macchina comunale e le persone che vi lavorano. Ho trovato il personale dei settori che seguo molto professionale e disponibile mentre con la Giunta si è creato un ottimo rapporto di lavoro basato su collaborazione e aiuto reciproco. Essere assessore è sicuramente una fonte d’arricchimento sul fronte delle competenze amministrative, su quello personale e di conoscenza della realtà saronnese.

2. Bilancio della situazione del vostro assessorato
Parlando di Ambiente appena arrivato ho subito affrontato la prima emergenza quella del torrente Lura, dalla moria dei pesci fino alla secca. L’abbiamo fatto coinvolgendo tutti, dagli enti superiori alle associazioni e garantendo la massima attenzione, trasparenza ed un continuo monitoraggio. In questi primi sei mesi abbiamo iniziato una lotta alle discariche abusive: cerchiamo di dare una risposta tempestiva alle segnalazioni dei cittadini con interventi di pulizia ma anche con indagini per risalire a chi ha sporcato in modo che possa essere chiamato ad assumersi le proprie responsabilità. Rispondendo alle richieste dei saronnesi siamo poi riusciti a far partire la campagna annuale di disinfestazione da scarafaggi, blatte e topi che non veniva realizzata da un biennio.

Per quanto riguarda lo Sport abbiamo iniziato con un’analisi della situazione delle strutture sportive dove abbiamo riscontrato diverse problematiche. Basti dire che ci sono impianti, dallo stadio Gianetti al Paladozio, che hanno problemi di agibilità. Lo sport però non è fatto solo di strutture ma anche di persone che operano per tener viva la passione ed è importante dar loro il modo di comunicare e lavorare con l’Amministrazione per questo siamo subito partiti con la nuova Consulta e il suo nuovo direttivo.
Gli scarsi fondi a disposizione sono sicuramente un problema ma come Comune siamo in prima linea per sostenere le associazioni. Quest’anno un aiuto è arrivato anche per le famiglie attraverso la Dote Sport, un progetto che ha visto l’ufficio svolgere un gran lavoro al servizio dei cittadini. In tema di bilanci come non citare i successi sportivi dell’ultimo anno ottenuti dai campioni saronnesi: dalle medaglie di Chiara Franza, ai successi di Lorenzo Perini e degli altri campioni dell’Osa, dalla promozione di categoria del Saronno Softball alle presenze in nazionale degli atleti del tchoukball, dalla salvezza della Pallavolo Saronno all’ottimo esordio di stagione della Robur Basket senza dimenticare la rinascita dell’Fbc Saronno approdato in Eccellenza.

3. Momento più emozionante/interessante
Sicuramente la nomina è stato un momento di grande emozione ma quello che mi ha coinvolto di più è stato il saluto ad Angelo Camnaghi (il 51enne che lo scorso luglio è stato vittima di un incidente sulla strada che porta da Saronno a Rovello Porro ndr)  fatto, con conoscenti, amici e familiari,  durante la Strasaronno.

4. Progetti futuri a breve termine
I temi ambientali su cui lavorare non mancano: il costante monitoraggio della situazione del torrente Lura, un miglioramento della raccolta differenziata, il proseguo della lotta contro l’abbandono di rifiuti in giro per la città e in concerto con gli altri assessorati la bonifica dell’ex Cantoni.
Per quanto concerne lo sport le priorità sono sicuramente gli interventi sugli impianti, dal Paladozio allo stadio, ma ovviamente ci aspetta anche la sfida di riempire di contenuti il titolo di “Città dello Sport” di cui Saronno potrà fregiarsi nel 2016.

5. Auguri ai saronnesi
Vorrei augurare a tutti un 2016 pieno di serenità e di soddisfazioni professionali e personali. Un augurio speciale va ovviamente agli atleti con la speranza che tutti i vostri sforzi e la vostra dedizione siano ripagati da successi ed emozioni.

25 Commenti

  1. finora il miglior intervento. Chiaro, elencando quanto fatto, senza appellarsi all’immobilismo della precedente giunta. Al di la della facile ironia fatta dai soliti rosiconi che pensano che gli assessori debbano avere chissà quale CV per lavorare bene, direi che sta facendo un ottimo lavoro. E il riconoscimento anche da parte di associazioni politicamente schierate dalla parte opposta ne è la riprova.

    • 88 è un codice utilizzato da Nazi, la H è l’ottava lettera dell’alfabeto. H H sta per Heil Hitler, non commento il resto dell’intervento.
      Gentile Sara Giudici, stia più attenta a chi scrive sul suo blog.

      • Ho fatto una ricerca e quello che dice è una possibile lettura. Certo potrebbe alludere anche, in termini simbolici, al cannone contraereo usato dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale, l’8,8 cm FlaK, soprannominato l'”88″.

        Se mi dice che la sua interpretazione è autentica, essendo lei l’autore del post, potremmo valutare un intervento se no potrebbe anche essere l’anno di nascita del Saronnat. Come diceva un saggio giornalista “spesso la malizia è negli occhi di chi legge” saluti Sara

  2. Guarda che i ragazzi Saronnesi che ottengono successi non sanno neanche che faccia ha Lei…non si appunti al petto medaglie che non Le appartengono per dimostrare l’efficienza del suo assessorato

  3. Forse i ragazzi saronnesi che ottengono successi non sapevano che faccia avesse chi lo precedeva. La presenza di Guaglianone in mezzo agli sportivi saronnesi è un dato non discutibile.

  4. Non ho votato lega e tanto meno Domà nunch ma devo ammettere che l’impegno di questi giovani assessori mi piace. Saranno sicuramente inesperti , come lo erano anche gli assessori precedenti alla prima esperienza , ma si vede che ci tengono e hanno interesse per questa città . Non li voterò sicuramente ma ammetto l’onesta’ delle persone …..

  5. Giudici ma lei non si vergogna? Ho scritto tre post critici verso questo assessore con palesi simpatie verso l’estrema destra e non ne ha riportato nemmenorme uno, mentre riporta solo quelli positivi probabilmente scritti dalla stessa persona? Non pubblicherà nemmeno questo ma almeno lei lo leggera!!!

    • Le critiche verso chiunque (me compresa) sono sempre pubblicate. Gli insulti, le offese e i commenti dai toni accessivi sono sempre cestinati. Trovi il modo di esprimersi senza essere querelabile o offensivo e verrà sempre pubblicato.Saluti Sara

      • 88 è usato dai neo nazi e sta per H H, Heil Hitler ed in uno di questi commenti uno si firma così. A rischio querela c’è lei e ne tenga presente anche se non pubblicherà questo pezzo!

        • Ho fatto una ricerca e quello che dice è una possibile lettura. Certo potrebbe alludere anche, in termini simbolici, al cannone contraereo usato dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale, l’8,8 cm FlaK, soprannominato l'”88″.

          Se mi dice che la sua interpretazione è autentica, essendo lei l’autore del post, potremmo valutare un intervento se no potrebbe anche essere l’anno di nascita del Saronnat. Come diceva un saggio giornalista “spesso la malizia è negli occhi di chi legge” saluti Sara

  6. E ce credo che dedicano tanto tempo…non lavorano, hanno reddito 0 (alcuni assessori giovani), come dichiarato da loro….ci spieghino il segreto per vivere senza lavorare.

      • Malizia e cattiveria gratuite ed ingiustificate. Forse sono semplicemente mantenuti dai genitori perché i vecchi soloni non mollano i posti di comando, di lavoro e di potere?
        È proprio a questi vecchi che dà fastidio il rinnovamento portato da questa giunta.

        • un dato di fatto che si è affidata la città a gente che non ha alcuna esperienza lavorativa e organizzativa, a me non interessa se uno ha reddito zero, potrebbe essere ricco di famiglia o ricco evasore

      • grazie per questi interventi…siete l’esempio perfetto per tutti di quello che è la sinistra oggi…classista borghese e con tanti zeri sul conto delle loro amiche banche!!! Belli i tempi dei veri compagni che, seppur avversari, lottavano per un ideale nobile e accanto al popolo!!!!

  7. La verità è che criticare il Fronte Ribelle e anche chi è vicino a loro può essere pericoloso, vedi quello che hanno combinato nella partita col Legnano.
    Certi personaggi che imbrattano i muri di Saronno con scritte nere sono da criticare al pari del Telos e degli anarchici che pensano di fare opere d’arte e invece disegnano solo schifezze.

    • Esatto, gira voce che gli ultimi oppositori del Fronte Ribelle siano stati deportati in un gulag sovietico.
      Caro anonimo….si riprenda per favore…innanzitutto cosa c’entra questo intervento mi piacerebbe saperlo. Secondo contro il Legnano non mi risulta che ci sia stata una caccia alle streghe agli oppositori del Fronte Ribelle.
      Se infine vuole criticare le scritte sui muri e chi le fa, lo faccia pure nel prossimo articolo in cui si parlerà di Telos e di Fronte Ribelle.

  8. Per tornare all’intervista….ci credo che fare l’Assessore sia un’esperienza arricchente anche per l’incremento del reddito personale, viste le dichiarazioni patrimoniali e reddituali “presentate”.
    Per l’intervento agostano sulla moria dei pesci un tempismo che va riconosciuto; Per le rimanenti attente analisi condotte in 6 mesi non sembrano discostarsi di un ette da consapevolezze precedenti. Tuttavia, se le intenzioni rimangono buone, trascorsa la fase promozionale, i risultati si vedranno.

  9. Assessore mi permetto un suggerimento : la piattaforma ecologica va monitorata !
    Non viene sempre mantenuto il differenziato e sono sempre presenti numerosi ” individui ” che “scelgono” i rifiuti portati dagli utenti e li prelevano dai cassoni. Se bisogna tollerarli perchè non diano altri fastidi, almeno che si accerti che i rifiuti che smontano e riciclano vengano riportati alla discarica e non magari abbandonati in giro.

Comments are closed.