stranoSARONNO – Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Paolo Strano, capogruppo di Saronno al centro, in merito alla discussione, avvenuta nell’ultimo consiglio comunale sulla mozione presentata da Forza Italia per intitolare una via a Valeria Solesin. 

“Il consigliere Gilli sia nel suo intervento in aula che su questo giornale giudica l’ultimo consiglio comunale poco serio in quanto alcune forze politiche si sono astenute dal votare una mozione proposta dal consigliere di Forza Italia è che chiedeva di intitolare una via, una piazza o un luogo di cultura a Valeria Solesin vittima del terrorismo.

Ma il consigliere Gilli si dimentica di dire che tutte le forze politiche per un senso hanno riconosciuto che il ricordo della Solesin è ancora impresso nella nostra memoria forse perché è l’ultimo episodio accaduto in ordine temporale ma non per questo si devono dimenticare nel ricordo tutte le altre vittime del terrorismo.

Il consigliere Gilli parla di simboli, dice che una ragazza italiana è un simbolo di portata generale, ma cosa c’è di più appropriato di un cippo o una targa che ricorda tutte le vittime del terrorismo accomunando nel ricordo le
vittime del passato come simbolo generale? Ed è proprio questa la proposta avanzata da Saronno al Centro tramite il suo capogruppo: non una targa che riporta solo il nome della Solesin ma una targa o un cippo che ricorda tutte le vittime del terrorismo. 

Sarebbe stato un gesto che in un certo senso avrebbe coinvolto tutte le famiglie che hanno avuto un loro caro vittima del terrorismo, ma questa proposta di modifica della mozione avanzata da Saronno al Centro non è stata accolta dal presentatore della mozione che ha confermato di mantenere la proposta iniziale ignorando così che il
valore di un gesto non è legato ad un nome bensì nel credere fermamente che il ricordare possa aiutare le generazioni future a capire che la libertà è un valore irrinunciabile! Ed allora mi chiedo: da che parte sta la poca serietà?”

26122015

7 Commenti

  1. Strano che non piaceva la proposta di prima,ma che piacerà questa di un moncone di maggioranza,proprio Strano davvero Strano.

  2. Mi sembra una proposta assulutamente ragionevole e condivisibile. Senza a nulla togliere ai meriti della ragazza veneziana morta nel locale a Parigi, è giusto ricordare tutte le vittime del terrorismo soprattutto quelle morte “sul campo”. La coincidenza terribile che ha portato alla morte la ragazza itaiana, nulla a che vedere con il patriottismo o altro, solo una terribile coincidenza di luoghi.La proposta fatta da Paolo Strano era legittima almeno dal mio punto di vista.Falsa demagogia non paga.

  3. La proposta di Strano è talquale a quella fatta da qualcun altro,peccato che Strano sia in maggioranza,mentre gli altri cattivoni no.
    Si tratta di celodurismo cieco tutto qui,malattia grave e a quanto pare inguaribile.

Comments are closed.