dario lonardoni (2)SARONNO – Da sei mesi fanno parte della squadra del sindaco Alessandro Fagioli che guida la città: in questo periodo hanno avuto modo di vedere dall’interno come funziona la macchina comunale e di avviare i primi progetti. Dal 23 dicembre ilSaronno vi propone, una al giorno, l’intervista di fine anno agli assessori in carica. Un poker di domande per uno, più un augurio ai saronnesi, per tracciare il bilancio del loro 2015.

Dopo Lucia Castelli, Gianangelo Tosi, Maria Elena Pellicciotta, Gianpietro Guaglianone, Pierangela Vanzulli, Francesco Banfi oggi tocca a Dario Lonardoni assessore ai Lavori pubblici. 

1. Bilancio dei 6 mesi da assessore
Ho accettato l’incarico di assessore ai Lavori pubblici così da mettere la mia esperienza lavorativa a disposizione della città per dare un contributo alla soluzione di alcuni problemi. Prima di quest’avventura non conoscevo gli altri assessori. Avevo già conosciuto il sindaco con il quale, come ho dichiarato, ho avuto sul piano personale un’intesa immediata. Sono convinto che nel selezionare la sua squadra il sindaco abbia avuto coraggio. Ha scelto l’entusiasmo e credo che questo sia un segnale di forte cambiamento. Un cambiamento di cui tutta la città ha bisogno. Vorrei sottolineare che l’entusiamo e la disponibilità di una persona non si leggono su un curruculm e non dipendono dal reddito ma si possono vedere solo nel comportamento e nel tempo. Sempre parlando della Giunta credo di poter affermare di aver trovato, oltre all’entusiasmo, anche senso del gruppo, coesione nel perseguimento degli obiettivi ed amicizia. Direi che gli ingredienti per una buona gestione ci sono tutti.

2. Bilancio della situazione del vostro assessorato
Ho sempre sostenuto che in un’azienda di servizi le risorse umane rappresentano l’elemento più importante per il suo successo. In Comune ho trovato professionalità, disponibilità e impegno. Quello, a mio avviso, di cui soffrono i tecnici è la scarsa continuità e coerenza degli indirizzi e delle strategie ma questo non certo un problema a loro imputabile.
I lavori già iniziati o pianificati sono stati tutti confermati anche se per alcuni sono stati necessari degli aggiustamenti. Relativamente ai lavori da programmare per il prossimo anno si è verificata un’ottima intesa in Giunta. Abbiamo scelto di dare le priorità ai bisogni del mondo giovanile investendo in modo importante su scuole ed impianti sportivi, realtà da troppo tempo trascurate.

3. Momento più emozionante/interessante
Sicuramente il primo consiglio comunale ma anche l’incontro con i cittadini e la possibilità di spiegare loro, di fronte a critiche e a richieste, la strategia dell’Amministrazione. La soddisfazione è vedere come, davanti ai dati e alla considerazioni fatte insieme, finiscano per condividere le nostre priorità.

4. Progetti futuri a breve termine
Tra le diversi progetti in cantiere vorrei sottolineare l’accelerazione che stiamo dando al riscatto dell’impianto di illuminzione della città. Riteniamo nei prossimi anni di poter recuperare risorse che ci consentano di investire, in questo settore, più di due milioni di euro. Questo significherà, maggior illuminazione delle strade (quindi maggior sicurezza), minor consumo, estensione degli impianti di videosorveglianza sia nel centro che sia in periferia e una capillare copertura Wi-fi.

5. Auguri ai saronnesi
Oltre agli auguri per un buon 2016 rimarco il mio auspicio che Saronno ritorni presto ad un ruolo di maggior rilievo con iniziative e progetti di ampio respiro che le permettano di essere sempre più un punto di riferimento non solo comprensoriale ma anche provinciale e regionale.

29122015

23 Commenti

  1. L’unico degno di essere chiamato assessore.
    Ad ogni consiglio comunale ha un’espressione che dice:”ma come ci sono finito in mezzo a questi?”
    Spiace perche’ ha idee e programma diversi da quelli leghisti

    • Questo si che è un assrssore degno di tale incarico. Molto meno il Banfi che senbene sia di Sac anche lui proprio non ci azzecca con un tale incarico di prestigio. Spero che il consigliere Strano prenda provvedimenti tali da consentirne da subito un ricambio in seno alla giunta per l’assessorato al commercio.

    • Ma questo signore non era il candidato sindaco saronno centro che non faceva alleanze nè a destra nè a sinistra? PERCHÈ oggi è assessore per la Lega? Sempre lui disse in pubblico che si sarebbe ritirato dalla politica se avesse fallito il suo obbiettivo di diventare sindaco. Pensavo l”avesse fatto dimettendosi da consigliere comunale e oggi me lo ritrovo come assessore. Mah mi devo essere perso qualcosa in questi mesi che sono stato all’estero anche se il pensiero che poi alla fine son tutti uguali vale sia in brasile che in italia, non ce piu il rispetto della parola data

  2. “priorità ai bisogni del mondo giovanile investendo in modo importante su scuole ed impianti sportivi” durante questi primi anni. Poi quando si avvicineranno le elezioni si favoriranno gli anziani 3za e 4ta età che a saronno (purtroppo) sono la maggioranza e dettano legge.
    “più di due milioni di euro” per comprare i pali della luce e cambiare le lampadine, magari rifornendosi da una ditta saronnese di un deputato, per illuminare strade e piazze frequentate dopo le 20.00 solo da extracomunitari sembrano uno spreco o no?
    Tanto lo spaccio ed i furti negli appartamenti e villette avvengono anche in pieno giorno in questo periodo di circhi e feste.

  3. Sicuramente un professionista che cercherà di fare il bene dei saronnesi. L’illuminazione a Saronno è per gran parte fatiscente; rifare gli impianti aerei per ridurre la notevole dispersione di corrente e potenziare i punti luce per aumentare la sicurezza è sicuramente doveroso.
    Il sindaco e altri assssori sono giovani (36, 40 anni!), disponibili ed entusiasti, ma la Città di Saronno avrebbe bisogno di professionisti di successo.

  4. L’unico con il pedigree per fare l’amministratore, purtroppo è circondato da colleghi volenterosi ma inesperti e poco preparati.

  5. Gent.issimo Dott. Lonardoni
    Vorrei chiederle se il progetto dell’area mercato dove ora vi è lo stabile della ferrovia, come era da programma quando era candidato sindaco, ha spazio anche ora con la lega o è stato “accantonato”?
    Penso che era una grande idea quella di spostare il centro logistico delle ferrovie a Saronno sud e credo che lei sia l’unico che possa mettere d’accordo le parti per realizzarlo.
    Grazie e complimenti per il suo operato.

    Distinti Saluti

  6. Riuscisse a convincere i sui ex datori di lavoro FNM delle ferrovie ad utilizzare l’area dismessa saronnese ex Isotta Fraschini fra via Milano e via Varese attigua ai binari ferroviari per utilizzarla come officina di riparazione, assemblaggio e revisione dei locomotori e delle carrozze, sarebbe un bel colpo. In zona non mancano certo le scuole, aziende meccaniche, elettriche, elettroniche e nelle vicinanze a Caronno anche una fonderia che potrebbero contribuire alla costruzione di pezzi speciali, riparazioni e revisioni. Alleggerendo così l’officina di Bollate e risolvendo, con della buona industria, in un colpo solo il problema di una area dismessa saronnese e di buona parte della disoccupazione cittadina. I leghisti della stessa maggioranza potrebbero intercedere con Maroni visto che FNM è ormai di proprietà della Regione.

  7. Peccato non avesse i voti sufficienti per diventare Sindaco… l’unico candidato che ne sarebbe stato degno!

  8. Sono entrata in SAC perchè ho conosciuto Dario, l’ho sentito parlare e ho capito che interpretava bene la mia idea di come dovrebbe essere la politica e chi la fa: mettere a disposizione le proprie competenze per fare il bene del territorio che si trova ad amministrare, avendo in mente obiettivi chiari e raggiungibili, facendo una attenta programmazione a medio e a lungo termine. Come cittadina di Saronno lo ringrazio per aver accettato quest’incarico attraverso il quale può, anche se in parte minore rispetto a quello che avrebbe potuto fare se fosse diventato Sindaco, dare concretezza al programma di cui abbiamo tanto discusso in SAC durante la campagna elettorale.
    Buon lavoro e buon anno !

  9. E si così limpidi da fare cene pre elettorali con gli altri partiti di centrodestra dove si firmavano accordi per il dopo elezioni senza farlo sapere a nessuno e senza apparentarsi al secondo turno ed avendo due assessori pur essendo sulla carta OPPOSIZIONE. Bella maniera di fare politica proprio onesta e pulita.

  10. Ciceroni, non la conoscevo, ma i suoi interventi sono sempre di buon senso.
    Saronno ha bisogno di persone giovani come lei.

  11. Ma avete qualche intrallazzo con la Ciceroni che non pubblicate i commenti di critica verso lei??!!!

    • I commenti offensivi o querelabili vengono censurati a prescindere della persona a cui sono rivolti. Saluti Sara

  12. Ruffiano dal vocabolario :Nel corso dei secoli il termine si è esteso su chiunque, genericamente, pratica degli atteggiamenti di lusinga, servilismo o adulazione nei confronti di un’altra persona al solo fine di ottenere interessi e favori personali

    • Se è riferito a me, le rispondo che nella mia vita me la sono sempre cavata, anche molto bene, da sola. Si vede che non mi conosce e, quindi, non è in grado di giudicare. Una critica un pò più costruttiva, no ? Meglio se firmata.

Comments are closed.