imageSARONNO – Aveva in auto un chilogrammo di hashish e a casa, nascosti tra teiere e barattoli del caffè oltre 14 mila euro frutto, come racconta la contabilità che teneva in alcune agendine, della sua attività di spaccio. Questi gli elementi a carico di un 44enne residente ad Uboldo ma originario di Misinto arrestato ieri mattina dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Saronno. 

I militari, impegnati in un posto di blocco in viale Europa, hanno fermato la Skoda Fabia con a bordo l’uboldese. L’uomo ha fornito i documenti personali e della vettura ma era visibilmente nervoso e questo ha spinto i militari ad approfondire il controllo. Perquisendolo hanno trovato tre grammi di hashish in una tasca della giacca dell’automobilista. I carabinieri hanno presto scoperto che l’uomo aveva già avuto problemi con la legge: i militari di Saronno l’avevano arrestato nel 1992 per reati legati alla droga e nel 2005 era stato segnalato in diverse occasioni come assuntore. 

Continuando la perquisizione i carabinieri hanno notato la batteria di un camion posizionata sul sedile del passeggero, spostandola hanno trovato una palla di nylon che conteneva 100 ovuli da 10 grammi l’uno di hashish. I carabinieri hanno completato l’operazione con una perquisizione dell’abitazione in cui l’uomo vive con la moglie. Hanno trovato un involucro con 800 euro in camera da letto e due buste piene di soldi, rispettivamente 7 mila ed 5 mila euro. In una teiera e in una scarpiera sono state invece trovate alcune agendine con la contabilità dell’uomo, nomi e cifre riconducibili all’attività di spaccio. 

Così è scattato l’arresto per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Contanti, ovuli e agendine sono state subito poste sotto sequestro. 

30122015

9 Commenti

  1. questo signore non è arrivato con i barconi:non è per caso il fornitore degli spacciatori della stazione e limitrofi?

Comments are closed.