28092014 silighini presenta la candidatura saronno 2015  (11)SARONNO – “Non comprendo il motivo per il quale da sinistra, dalle associazioni osannate dalla sinistra e da un certo centro si trovi scandaloso che un’assessore abbia rinviato al mittente un pacchetto di iniziative già confezionate presentate da associazioni come Anpi, i partigiani, ed altre circa il 27 gennaio, giorno scelto per ricordare l’apertura dei cancelli del campo di lavoro di Auschwitz dove l’esercito tedesco teneva prigionieri deportati ebrei e avversari politici”.

Inizia così l’intervento di Luciano Silighini Garagnani della lista civica “L’Italia che verrà” sulla querelle legata al Giorno delle memoria a Saronno.

La legge 211 cita che per tale giornata lo Stato ricorda con varie iniziative ciò che è stato chiamato “Shoa” che tradotto dall’ebraico significa “catastrofe”, per indicare la deportazione di ebrei nei campi di lavoro e le leggi razziali. La stessa legge non impone che un Comune debba sottostare, finanziare o patrocinare per forza eventi proposti da Anpi e similari e non mi sembra nemmeno che obblighi tutti i Comuni italiani a fare qualche apposita ricorrenza mediatica. Io ogni anno ricordo i morti innocenti della seconda guerra mondiale con una preghiera comune in Chiesa e credo che questo sia sempre il modo migliore per ricordare morti innocenti. Le “spettacolarizzazioni” sanno solo di politica e risultano strumentali. Anpi e similari facciano ciò che credano ma mi auguro che nel loro cuore ci sia desiderio di amore per quei morti che hanno lo stesso sangue di chi oggi muore per mano islamica in Palestina. O forse gli ebrei di oggi fanno sono diversi da quelli di ieri perché uccisi da mani tanto amate da una certa sinistra?

02012016

16 Commenti

  1. Come ricordare 6 milioni di morti per silighini? Una preghierina in chiesa e tutti a casa.

  2. Silighini un giorno sta su marte e attacca la giunta un giorno sta su venere e la appoggia…bah

  3. Non mi pare proprio che Auschwitz fosse un campo di lavoro. La c’era Otto Moll che non era un caporeparto.Silighini studia la storia.

  4. Mancano 200mila ebrei dal 1939 al 1946 non 6milioni. Come mai? Fonti De Agostini e qualunque altro “atlante” o censimento

  5. Silimini lo capisce che non si tratta di ANPI verso il comune o è troppo difficile? Come sempre gli basta solo scrivere? Il titolo dato all’articolo però, cara redazione, era veramente fuorviante. Il che non giustifica il fatto che uno parli prima di leggere

  6. quando silighini lascerà definitivamente saronno non sarà mai troppo tardi e nessuno lo rimpiangerà

Comments are closed.