SARONNO – E’ stata una giornata impegnata per la MotoBefana saronnese che a partire dalle 8 di mattina ha scorrazzato per le strade cittadine per portare dolci e giocattoli.

“Per noi è un impegno ed un piacere – spiega il presidente del Motoclub Saronno Dario Severgnini – è un evento che richiede molta organizzazione ma i nostri soci sono sempre disponibili e in prima linea e la riuscita dell’evento è merito davvero di tutti”. In mattinata la Befana in un sidecar con tanto di scopa è andata a far visita alla Casa di Pronta accoglienza al Matteotti e ai degenti della casa di riposo Gianetti alla Cassina Ferrara.

Il serpentone di moto, di ogni tipo e modello, non è passato inosservato e sono molti i saronnesi che sono scesi in strada o si sono affacciati per immortalarlo con macchine fotografiche e cellulari.
Dopo una pausa pranzo in compagnia la Befana (al secolo Elena Spena) è arrivata alle 15 in piazza Libertà dove ad attenderla c’erano già un centinaio di persone, bimbi e genitori che si sono messi pazientemente in coda per avere un piccolo omaggio un giocattolo ed un sacchetto di dolci. Oltre 500 i regali distribuiti complessivamente.

Ad accogliere la Befana anche il primo cittadino Alessandro Fagioli con gli assessori all’Urbanistica e allo Sport Maria Elena Pellicciotta e Gianpietro Guaglianone. L’arrivo della Befana è anche stato l’occasione per una foto con la bandiera di Saronno città europea dello Sport che ha debuttato stamattina con i paracadutisti.

“E’ stato sicuramente un piacere essere tra i primi sodalizi ad accogliere la bandiera – conclude il presidente – siamo una realtà molto attiva con oltre 150 soci e anche quest’anno proporremo non solo eventi per gli iscritti ma anche per la città come “Hobby e Sport” l’iniziativa che permette ai piccoli saronnesi di cimentarsi per la prima volta con una dueruote avendo a disposizione esperti istruttori”.

1 commento

Comments are closed.