SARONNO – Ieri mattina  nel salone Estense di Varese, alla presenza dell’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali la Regione ha premiato tre agenti della polizia per “meriti speciali ossia per essersi distinti per aver svolto la propria attività con coraggio e impegno”.

Due dei tre episodi in cui si sono distinti gli agenti sono avvenuti nella città degli amaretti. 

Ad essere premiato, con la croce e il nastrino, è stato Vittore Zammaretti  “per impegno, coraggio e abnegazione nell’esercizio delle sue funzioni” in merito a quanto accaduto il 12 maggio 2012 quando “con freddezza e tempismo interveniva in un box, riuscendo a sventare un tentativo di stupro ai danni di una donna”.

L’episodio aveva suscitato molto clamore in città ed è ben scolpito nella memoria dei saronnesi. Zammaretti, in servizio a Saronno da oltre 10 anni, stava andando nella zona del Santuario quando è stato chiamato da un passante che aveva visto tre uomini trascinare una donna nel parcheggio sotterraneo a ridosso del centro storico, in via Pola. L’agente riuscì a salvare la donna mettendo in fuga i malviventi, uno dei quali venne poi fermato dai carabinieri. Per il suo pronto intervento era stato premiato anche dall’Amministrazione comunale.

Altrettanto indelebile nella memoria collettiva il provvidenziale intervento della polizia locale per aiutare due commercianti aggredite da una studentesse. Legato a quell’episodio il secondo riconoscimento quello consegnato al commissario Vincenzo Liguori, agente dell’Unione di Lonate Pozzolo e Ferno, che il 12 luglio 2014 in via Padre Monti a Saronno era intervenuto, pur essendo fuori servizio, per bloccare una studentessa che armata di coltello e pistola giocattolo aggrediva una commerciante dopo aver tentato una rapina nel suo negozio.

Completa il quadro degli insegni Giuseppe Graiff agente della polizia locale di Cardano al Campo per il suo intervento il 2 luglio 2013 quando “con professionalita’, sprezzo del pericolo e tempismo riusciva a bloccare il suo ex comandante che poco prima aveva fatto fuoco contro il sindaco Laura Prati, successivamente deceduta, ed il vice sindaco Costantino Iametti”.

Anche il sindaco Alessandro Fagioli, mercoledì sera al termina della cerimonia di San Sebastiano a Saronno, ha voluto ringraziare e salutare con un applauso Vittore Zammaretti presente ad entrambe le cerimonie malgrado fosse vittima di un infortunio.

21012016