9 - PH Edio Bison - silighiniSARONNO – “Io so come fermare spacciatori e Telos”: Luciano Silighini Garagnani, del movimento d’opposizione “L’Italia che verrà” ha deciso di scrivere al sindaco leghista Alessandro Fagioli per spiegare la sua “ricetta” per Saronno.

Caro Alessandro,

ho visto che ti sei messo a scrivere lettere a Renzi e a Mattarella e allora anche io mi permetto di scriverne una a te, con amicizia. Sei il sindaco che questa città a maggioranza ha eletto, anche se la mia convinzione resta sempre che più che altro abbiano votato in massa per Matteo Salvini e per ciò che, con slogan, urla in piazza; compresa la piazza di Saronno dove è venuto a supportare la tua candidatura.

Tu oggi e Luciano Porro ieri e altri ancora anni prima, utilizzavano la stessa cantilena:”Non abbiamo poteri per intervenire sull’illegalità dei centri sociali e nemmeno su ciò che fanno gli extracomunitari”. Alessandro, torno a ripetere che ti parlo in amicizia e senza polemica gratuita, ma ti ricordo che in un Comune senza stazione di polizia il ruolo del sindaco è chiave nella sicurezza. E’ proprio nelle sue funzioni questo ruolo.

Non sai come risolvere il problema spacciatori e Telos? Posso suggerirti io come fare restando nella legalità? Mi conosci e sai che io userei metodi più categorici che un tempo hanno ottenuto molti risultati ma che oggi, purtroppo non si possono più usare. Restiamo a ciò che il tuo ruolo ti permette di fare, allora. Sappiamo tutti i nomi e cognomi di questi personaggi che occupano e gestiscono il Telos. Credo che li sappia pure tu forse meglio di me visto che io abito a Saronno sono da 10 anni e tu qui ci sei nato e sempre vissuto. Fai una denuncia con nome e cognome per danneggiamento, vilipendio alle istituzioni, furto di energia elettrica, furto di pubblico arredo, violazione delle più svariate leggi che loro infrangono chiaramente. Nomi e cognomi Alessandro, non contro ignoti.

Sai cosa sono i fogli di via? Il divieto di residenza in un Comune? Chiedi questi interventi contro questi balordi e contro chi indisturbato ogni giorno spaccia in piazza De Gasperi, in stazione o in Corso Italia. Sono li, alla lue del sole. Devi mandare i vigili non a fare multe in stazione per fare cassa, per quello hai gli ausiliari del traffico, i vigili, ovvero la polizia municipale falla tornare polizia dandogli compiti seri. Di al comandante Sala di piazzarli in strada dove ci sono questi spacciatori e fagli chiedere i documenti ogni 10 minuti; vedrai che si stuferanno non potendo spacciare indisturbati. Crea loro fastidio. Devono sentire a Saronno aria malsana per loro. Sentirsi accerchiati e si sposteranno, vedrai.

Sul Telos lo stesso metodo Alessandro. Linea dura. Quando ti chiedono l’autorizzazione per fare le loro parate tu devi negarla per motivi di ordine pubblico. Non puoi darla dicendo che tutti possono manifestare. Non è così. Per motivi di sicurezza puoi dare parere negativo. E se gliela da la polizia significa che c’è una persona che chiede il permesso e fisicamente si assume la responsabilità di quello che succede nei cortei e quello deve essere punito, denunciato subito. Se non chiedono permesso tu stai in strada. Mettiti dinnanzi alla polizia e non farli passare. Queste sono azioni utili e sensibili che faranno capire a tutta Italia che esiste un problema vero intorno a queste persone. Scrivere a Renzi e Mattarella è come fare una seduta spiritica.

Con amicizia e apprezzamento umano ma purtroppo non politico, ti saluto e ti aspetto al varco.

Luciano Silighini Garagnani

10032016

20 Commenti

  1. A me sembra una proposta seria e obiettiva. Sicuramente da prendere in considerazione. Ben detto sig. Silighini.

  2. ” Sappiamo tutti….” Io non li conosco e neanche i miei amici, potreste pubblicarli con foto? grazie

  3. Probabilmente il Sig. Silighini non conosce la differenza tra Polizia Locale e Polizia .
    Sono due cose differenti ed ognuno ha i propri compiti.
    Ma per forza si deve chiarire ogni volta questi argomenti ?
    Incredible !!!

  4. Eh ma come fa…se elimini Telos e spacciatori prosciughi le basi del discorso politico leghista. Come farebbero a fare campagna elettorale dopo? Dai…

  5. Eddaje silighini, tu dov’eri? Perchè non c’eri a difendere la cittá? Una volta fatta la figuraccia alle elezione non ti interessa più di Saronno?

  6. Evviva Silighini. Come potersi associare al suo partito? Vorrei collaborare con lei visto che mi sembra l’unico in grado di sistemare un po questa città….e chissà, magari anche L’Italia.

  7. Silighini dice che si sanno nomi e cognomi dei telos , se è vero , allora perchè non si agisce ?? forse non ci sono prove certe per accusare ??? sarebbe interessante per i cittadini sapere qualche cosa di più ..

  8. l’autorizzazione ad una manifestazione la dà il prefetto e non il sindaco. silighini basta con queste sparate. se ci fossi tu olio di ricino a tutti

  9. inquietante il passaggio: “sai che io userei metodi più categorici che un tempo hanno ottenuto molti risultati ma che oggi, purtroppo non si possono più usare. “

  10. Bellissimo il passaggio “io userei metodi più categorici”, questa sarebbe l’unica lingua comprensibile a ‘sti delinquenti!

  11. sono d’accordo per i metodi più..energici sia per telos che per i nord africani che sotto i portici di via G.Ferrari passano le serate a bere e pisciare.. nell’assoluto non interesse da parte delle forze dell’ordine… d’accordo anche per fermare chi agisce contro il patrimonio pubblico e privato con fermo e segnalazione sia alle forze dell’ordine sia ai privati che nel caso possono agire come parte civile…

  12. Ma veramente credete che non si possa fare niente per spaccio e micro delinquenza? Teppistelli e pusher vincono perché hanno interesse a continuare a fare ciò fanno, e perché non ricevono una continua e costante repressione. Quindi concordo con quanto detto da Silighini, che invece di continuare a ripetere la cantilena che la legge non permette di fare nulla o poco, inizierei a far capire ai trasgressori che invece la legge, “se si vuole”, può rendere la vita a loro invivibile e poco serena. Bisogna martellarli, bisogna assillarli, fiato sul collo, rompere l’ anima. Almeno iniziare a fare strategia diversificata, perché quella usata a tutt’ oggi non ha avuto risultato desiderato. Alla peggio estremizzare con la richiesta dell’ esercito, anche per pura provocazione, almeno creare rumors al fine di denunciare quanto più possibile per evidenziare questo degrado che pare non abbia intenzione di arrestarsi.

Comments are closed.