alessandro fagioli sindaco saronnoSARONNO – Dopo la forte presa di posizione del prevosto Armando Cattaneo in merito alla necessità di accogliere i profughi il primo cittadino Alessandro Fagioli preferisce non rispondere, evitando così possibili polemiche.

Il sindaco si limita a rimarcare la propria posizione con semplicità: “Nell’ultimo week-end trascorso in piazza ho avuto modo di parlare con persone senza casa, senza lavoro o con malattie che rendono problematica la loro quotidianità. Credo che come primo cittadino sia mio primo dovere aiutare innanzitutto queste persone”.

abato pomeriggio alla presentazione della mostra e del libro sui 100 anni di scautismo a Saronno don Armando è partito parlando di come Saronno “sia diventata una città bella e forte perchè è sempre stato una città di incroci e di incontri. Un autentico crocevia. La storia di Saronno è fatta di incontro e accoglienza e per quanto uno voglia nessuno può cambiare questa storia“. Ed ha concluso un forte monito “A Lampedusa ho trovato una grande umanità di quella che deriva da chi ha ancora grande rispetto per la vita. Abbiamo bisogno di questo esempio che ci ricordi l’importanza di questi valori e ci faccia restare umani”.

10052016

32 Commenti

  1. duro di comprendonio il fagioli, i soldi che arrivano dall’europa per i rifugiati non possono essere usati per altri scopi. capiscila. elimina il costo del tuo staff e aiuta i bisognosi. mettiti a studiare da sindaco

    • i duri di comprendonio sono altri, tipo il prevosto. Qui di profughi ( tipo i siriani) non se ne vedono, arrivano tutti dal nord africa ( tunisia, marocco ecc di cui abbiamo molti esemplari in zona stazione) o africa sud sahariana dove non vi sono guerre in corso. Per costoro lo stato sgancia 35€ al giorno ma per un certo periodo di tempo e basta. Poi chi li mantiene? il prevosto? il pd?

  2. In questa partita la parte del cattivo sembra recitata dal Prevosto.
    Comunicazioni aggressive, non rispetto delle regole, tentativo di sostituirsi al sindaco.
    Il sindaco leghista a fare la parte del pompiere, che cerca di far rispettare le regole, e pensa prima ai suoi cittadini.
    INCREDIBILE!

    • Non vedo cosa ci sia di incredibile. Primo lo Stato è laico. Secondo ci sono cittadini in difficoltà e loro vengono prima. Dov’è il problema?

  3. Da una parte c’è chi pensa ai cittadini saronnesi come priorità, dall’altra chi invece pensa prima alle RISORSE!
    Io sto col primo visto che dalla sua parte non ha la Divina Provvidenza che ha il secondo e quindi parte svantaggiato. .)

    • Bellissima, mi ha strappato un sorriso.
      Condivido pienamente, il Don ha i superpoteri.

  4. il radical chic saronnese non sa cosa farsene della carita’ verso i suoi simili, vuoi mettere la carita’ verso un presunto profugo,impaurito e “sprovveduto”,,il saronnese radical, fa molto piu’ bella figura nel suo salottino radical, e si sente piu’ appagato e alla domenica in chiesa riceve doppia benedizione.
    L’italiano povero e affamato si puo’ attaccare al tram o si metta in fila dietro ai profughi, e non rompa!

  5. infatti, ma al di là delle chiacchiere in un anno quanti saronnesi ha aiutato, secondo me neppure un censimento ha fatto, ammesso che sappia cosa sia?? oh, quelli di Rovello no e neppure quelli di Caronno, solo saronnesi doc da venti generazioni e che parlino dialetto saronnese. Speriamo che negli altri comuni si comportino uguale, in particolare per il lavoro e vediamo il ridente comune di Saronno quanti posti di lavoro offre (chiamo all’appello qualche migliaio di pendolari che tutte le mattine prendono il treno per Milano – anche l’auto va bene). Per adesso neppure la giunta è saronnese, figurati te

  6. Nessuno pensa PRIMA, chi ci pensa davvero lo fa senza graduatorie e spesso è il primo ad aiutare TUTTI.

  7. Mi pare di capire che per il sindaco é più giusto occuparsi degli amici senza lavoro che vengono da fuori Saronno !

  8. A parte che i soldi che arrivano “dallEuropa” sono solo una piccola parte dei soldi che NOI diamo all’Europa……
    Sono al 100% dalla parte del Sindaco, e mi guarderò bene dal dare il mio 8 x 1000 al caro sig prevosto, i CLANDESTINI ( sì, vanno chiamati col loro nome) se li ospiti all’interno delle mura vaticane con i suoi soldi!

  9. C’è chi dovrebbe pensare ai suoi concittadini e non provvede (il Presidente della Regione ha stanziato qualche milione per la Provincia di Varese, vedremo cosa arriverà a Saronno). C’è chi dovrebbe pensare solo alle anime ma si occupa anche dei corpi e viene criticato e osteggiato! Valli a capire questi saronnesi DOC.

  10. Ci occupiamo dei saronnesi senza casa.. ah ok.. così facendo i senza casa stranieri o i rifiugiati spariscono come per magia da Saronno? su dai… basta aria fritta

  11. Mi piacerebbe capire perché Don Armando non perde occasione per rimarcare la vicenda profughi. Oltraggio lo fa nelle “sedi” sbagliate: al venerdi Santo prima e dagli scout dopo. Vorrei che mi spiegasse a cosa c’entrano i profughi con il centenario degli scout a Saronno. Se a Don Armando stanno cosi a cuore i profughi si attivi per presentare a chi di dovere le pratiche per il cambio di destinazione d’uso dell’edificio, rispettando come i normali cittadini le leggi vigenti. E….se vuole fare politica scelga la sede di un partito!!!

  12. In effetti il Prevosto pare che ci tenga molto di più agli stranieri da accogliere che non andranno mai in chiesa , perchè in maggioranza mussulmani , invece che degli Italiani bisognosi di aiuto , che sempre di meno frequenteranno la chiesa , visto come sono trattati , cosichè questo Prevosto avrà sempre meno seguaci e sarà sempre più solo.

  13. “…come primo cittadino sia mio primo dovere….” Appunto ! Il pacioso Primo cittadino potrebbe meglio assolvere al suo primo dovere se rinunciasse al suo personale e costoso staff. Staff pagato dai saronnesi contribuenti e NON dai coloro che avendo dichiarazioni reddituali da fame o sono a carico della comunità o s’imboscano in politica nella certezza di un lauto reddito.

  14. Prevosto Zero, Sindaco 2.
    Il clero è un po’ troppo abituato a farla da padrone in casa d’altri. Il tempo delle scomuniche e della vendita del paradiso comprando indulgenze, fortunatamente è finito. La società laica Saronnese sa distinguere il sacro dal profano (aborto, divorzio, sesso prematrimoniale e no ai finti profughi)

  15. Ma scusate al netto delle posizioni ideologiche le due cose non potrebbero convivere? Le misure di sostegno alle nuove e vecchie poverta’ dei cittadini saronnesi sono in capo ai servizi sociali del Comune mentre l’accoglienza ai profughi e’ gestita dalla Prefettura con fondi statali e l’ausilio della Caritas in strutture peraltro di proprieta’ privata. E allora di che stiamo parlando?

  16. Se sei di Saronno scordati incarichi a Saronno. Sei vieni da fuori Saronno allora sei perfetto. Prima i non saronnesi.

  17. Il sindaco pensi ai saronnesi incominciando a rifare i passaggi pedonali
    Il passaggio pedonale dove sono stati investiti due pedoni (uno deceduto) è in parte inesistente e il restante talmente consumato da essere invisibile a qualsiasi automobilista.. Con il nuovo reato di omicidio stradale, in caso di segnaletica mancante, errata o consumata il Comune commette reato! Perciò…

    • …basta sentirlo parlare una volta, e poi capisci perché c’è bisogno di cultura…Orwell Orwell

Comments are closed.