leganordsacSARONNO – “Apprendiamo oggi da un comunicato diffuso dalla civica che sostiene l’Amministrazione leghista che “Saronno al Centro” è stata votata non perché facesse politica, ma per usare il buon senso nella gestione della città: come assessori, quindi sul piano amministrativo e non politico, stiamo facendo questo”*.

Inizia così il commento firmato Riccardo Galetti condiviso nelle ultime ore sul blog della lista civica Saronno Bene Comune in merito alla presa di posizione di Saronno al Centro.

“Apprendiamo inoltre che la ferma opposizione dell’Amministrazione all’arrivo di 32 richiedenti asilo, ospitati a spese di privati, sarebbe di natura tecnica e non politica.

Stupisce, ancora una volta, la scarsa considerazione che i membri della maggioranza hanno dell’intelligenza dei saronnesi. Siamo sinceramente indifferenti all’incredibile capacità degli esponenti di Sac di calpestare la propria dignità, ma li preghiamo gentilmente di non prendere per i fondelli i cittadini della nostra città.

In nome del “buon senso” hanno deglutito, nell’ordine: l’occupazione leghista di ogni poltrona, il sedere in maggioranza con nostalgici del ventennio e reazionari, l’elezione del fratello del Sindaco a presidente del consiglio comunale, l’istituzione dello staff del Sindaco (77.000 € all’anno per l’amico, della lega ovviamente, Ceriani), gli eventi di Wolf of the Ring, i favori agli ultras violenti, la censura su Saronno Sette, la pessima e squallida gestione della giornata della memoria e del 25 aprile, l’annunciata demolizione delle tariffe progressive per i servizi comunali, le dichiarazioni di Veronesi e del Sindaco: “a Saronno non c’è la volontà politica di accogliere i profughi”.
Perché queste sono le dichiarazioni del Sindaco.
Fagioli, in un improvviso e raro momento di onestà intellettuale, ha confermato che “non c’è la volontà politica di accogliere i profughi”, certificando che il problema tecnico è solo un pretesto per porre il tema politico.

E’ quindi lo stesso Fagioli a smentire SAC, che dice il falso quando afferma che “il fatto abbia squisitamente natura tecnica e non politica”.

Se quindi “la solidarietà è atto dovuto da un uomo verso un altro uomo, che va riconosciuto come tale e non come mero problema o opportunità politica per motivi elettorali”, come affermato nella nota di Sac, le strade sono due: o si prendono nettamente le distanze o si è complici.
Tertium non datur.

Saronno Bene Comune

*lasciamo perdere in questa sede l’interessante concezione che Sac ha della politica, della democrazia, degli elettori e delle elezioni. Evidentemente alle scorse elezioni non si sono sfidate visioni politiche diverse della città e della società in generale, ma il “buon senso” di Sac contro la sporca e insensata politicaglia di tutti gli altri. Lasciamo perdere.

11 Commenti

  1. Alle ultime elezioni i saronnesi hanno scelto chi li deve governare.
    Questi NON SIETE VOI.
    Fatevene una ragione.

  2. Come rappresentante del Fronte Ribelle Saronno chiedo gentilmente di elencare in modo dettagliato per tutta la cittadinanza che ha diritto di sapere tutti i favori che ‘gli ultras violenti’ hanno ricevuto da questa giunta. Grazie anticipatamente.

    • LEGA: “a Saronno non c’è la volontà politica di accogliere i profughi”

      SAC: “la solidarietà è atto dovuto da un uomo verso un altro uomo, che va riconosciuto come tale e non come mero problema o opportunità politica per motivi elettorali”

      La maggioranza è già spaccata.
      Resta solo da capire quanto è spaccata, e quanto vale, la dignità di SAC.

    • non c’è bisogno di spaccare una maggioranza, di cui questi sono puramente lo zerbino…d’altra parte vista la genesi non c’era da aspettarsi altro, per un piatto di lenticchie (pardon uno sgabello) erano e sono pronti a tutto.

  3. Chi regge la pubblica amministrazione afferma: “A Saronno non c’è la VOLONTA’ POLITICA di accogliere i PROFUGHI”. I PROFUGHI non i clandestini e questo quando l’art. 10 Costituzione recita: “… Lo straniero, al quale sia impedito l’effettivo esercizio delle libertà democratiche…ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica…”.
    La volontà politica sopra citata impedisce A PRIORI l’apertura della casa di accoglienza. Leggo su Wikipedia: ” La libertà religiosa…comprende anche il diritto di TESTIMONIARE e diffondere IL PROPRIO MESSAGGIO nella società… “.
    A Saronno vengono rispettatti tali diritti?

  4. come sempre i sinistri si sentono in dovere di insegnare(?) di spedificare, di polemizzare, di parlare …tra loro…I saronnesi hanno scelto chiaramente le politiche che vogliono quindi se ne faccia una ragione per almeno 5 anni chi non è stato voluto dai saronnesi.Poi si attacca SAC sul piano politico perche sono persone che vogliono fare buona amministrazione ed è soprattutto questo che dà fastidio. Vabbè io sto con SAC per una buona e competente amministrazione della città, tutto il resto è fumo….

  5. È così difficoltoso esaminare la propria coscienza prescindendo dalle proprie simpatie politiche e dipanare il dubbio amletico in merito al rispetto dei diritti a Saronno? Tutti desideriamo che la nostra città venga amministrata al meglio senza che nessuno debba insegnare o polemizzare ma sicuramente possiamo pretendere di non vederci calpestare il diritto di espressione del proprio pensiero, di criticare, di discutere educatamente e di confrontarsi politicamente per il bene della città. I cittadini di Saronno hanno scelto ma sono convinti che la forza politica maggioritaria che oggi ci governa stia amministrando adeguatamente? Non credete che si stia creando un alibi istituzionale esponendo in prima linea chi per opportunità gli ha regalato la fiducia del proprio elettorato? (Saronno al Centro, Fratelli d’Italia, Doma’ Nunch, Saronno Protagonista). Assegnarsi 1 Assessore su 7 come può essere interpretato dal proprio elettore? Carenza di risorse o altro? Non ha la Lega violato ad arte il diritto espresso dai suoi stessi elettori nell’attribuire le nomine assessorili? Non sarebbe stato più corretto, nel rispetto delle regole, che si attuasse la proporzione pari al numero dei Consiglieri eletti in Consiglio Comunale (24/24) il cui numero rispecchia le preferenze effettive ottenute? (14 Consiglieri Lega Nord (58,352 %) + 1 Fratelli d’Italia (4,131%) + 1 SAC (4,131%)+ 1 FI (4,131%) + 1 Unione Italiana Gilli (4,131%) + 4 Partito Democratico (16,868 %) + 1 [email protected] (4,131%)+ 1 M5S (4,131%). Come può essere configurata questa Amministrazione? Si può definire totalmente leghista? Rinunciare e ignorare la logica matematica dettata dalla legge elettorale che sancisce la vittoria e legittima il diritto di governare alla forza politica che ha ottenuto maggiori consensi è stata la strategia giusta?

Comments are closed.