SARONNO – Duecento scambi, tanti oggetti destinati alla discarica che hanno trovato una nuova vita e tante famiglie che hanno avuto modo di pensare con maggior attenzione ai rifiuti e a come ridurre la propria produzione. Così si può raccontare in poche parole la festa del Baratto andata in scena domenica pomeriggio a Villa Gianetti.

Non mancava nulla: vestiti, libri, giocattoli, oggettistica varia. Tanti i saronnesi che sono arrivati con un oggetto da scambiare e che poi si sono fermati per i laboratori creativi per i più piccoli o con la ciclofficina per i grandi”.

Presente anche l’assessore all’Ambiente Gianpietro Guaglianone: “Devo dire che l’atmosfera mi è piaciuta molto, a me e anche ai partecipanti visto che diverse persone hanno chiesto di organizzare una seconda edizione. Che dire? Il bilancio è senz’altro molto positivo. L’intento principale era quello di svolgere opera di sensibilizzazione, fare comprendere che ciò che magari ci appare vecchio ed inutile può essere una risorsa per gli altri. Direi che siamo riusciti ad incuriosire ed avvicinare i concittadini, sono stati davvero tanti quelle che sono venuti a trovarci nell’area di Villa Gianetti”.

24052016

3 Commenti

  1. diciamo pure che questa iniziativa è andata deserta perchè è stata pubblicizzata poco e male

  2. Ma on piena era Lega persistono queste aberranti manifestazioni? Ma chi è l’assessore che ancora le autorizza?

  3. Concordo sulla poca pubblicità e scarsa divulgazione che ha avuto questa bella manifestazione. Oltretutto anche il periodo scelto non ha aiutato, poiché molte famiglie sono impegnate con comunioni, cresime e saggi di fine anno. Mi consola il fatto che le persone che sono passate sono state molto collaborative ed entusiaste, dai bambini che hanno scambiato i loro giochi, agli anziani che si sono offerti come aiutanti di noi operatori. Questa manifestazione ha molte potenzialità, spero che per l’anno prossimo le sarà data maggiore evidenza.

Comments are closed.