SARONNO – Oltre 200 gelatai arrivati dall’intera Lombardia hanno potuto assistere live ad una lezione di Roberto Rinaldini per imparare a preparare due innovative coppette e due torte gelato.

E’ la due giorni di laboratori organizzato da Montebianco, azienda con sede in via Archimede che da cinquant’anni produce preparati per gelati. Per questo speciale ricorrenza l’azienda ha coinvolto Roberto Rinaldini che ha deliziato gli occhi ed il palato del pubblico in sala con dimostrazioni gratuite in cui ha realizzato le sue più famose creazioni di pasticceria fredda.

“E’ stata un’esperienza molto positiva – spiega il gigante buono della pasticceria – abbiamo avuto un bel riscontro in termini di partecipazione. Tante anche le domande. Ed effettivamente ormai produrre un gelato di qualità non basta più. Anche attraverso i programmi televisivi e la crescente visibilità del mondo della cucina è cresciuta l’attenzione per la qualità dei prodotti. Non basta più un buon sapore, chi consuma vuole sapere cosa c’è dietro. E’ interessato sia a quello che c’è nel gelato in termini di ingredienti sia a come viene fatto”

Per i trend della prossima estate Rinaldini non ha dubbi: “Lo zoccolo duro della gelateria sono e resteranno sempre i grandi classici. Pistacchio, vaniglia, nocciola piacciono sempre e saranno sempre in pole position. Si posso creare nuove combinazioni ma questi difficilmente saranno superati o dimenticati. Tra le novità credo sia l’ora di una rivisitazione della granita siciliana. Visto che l’estate si preannuncia molto calda potrebbe essere una protagonista. Soprattutto qui al Nord”.

25052016