SARONNO – Battuta Lierna alla “bella” di sabato scorso, la Imo Saronno pensa adesso alla finalissima playoff contro Piadena, con gara 1 sabato prossimo alle 21 al palaronchi di via Colombo.

L’allenatore saronnese Paolo Piazza parla della recentissima semifinale:“Partite così dure e difficili possono andare da una parte o dall’altra, la palla entra la palla esce e solo una può vincere. Lierna ci ha messo in grande difficoltà in gara 1, ma siamo stati fantastici a girare la serie in gara 2. Poi stasera, da questo testa a testa, da questo dentro o fuori, ne siamo usciti noi. Ho capito che ce la potevamo fare prima della palla a due di gara 2. Eravamo troppo concentrati, vedevo nei miei gli occhi giusti per andarsi a prendere la finale. Per quanto riguarda la gara di oggi, abbiamo avuto difficoltà tattiche e sono mancati Cacciani e i canestri che solitamente segna Gurioli, ma siamo riusciti comunque a vincere con il cuore, con la difesa, con Petrosino che ci ha letteralmente sospinti nel quarto periodo e con l’intelligenza di subire i falli giusti nel finale. Stasera festeggiamo, ma da domani si pensa alla serie finale con Piadena”.

E intanto Saronno incassa i complimenti del coach dei lecchesi del Lierna, Enrico Ferrari:””Onore al merito della Robur, ma anche alla squadra per la grande stagione e per aver portato Saronno sino all’ultimo minuto di gara 3, sino all’ultimo canestro. Abbiamo fatto qualche errore di troppo questa sera, perché abbiamo lasciato a Saronno la possibilità di fare il proprio gioco fatto di grande sostanza e di esecuzione. Era il nostro primo anno di C Gold, per la società ma anche per diversi giocatori al primo da protagonisti a questo livello o al ritorno su questi livelli. Il nostro bilancio può essere solo che positivo”.

Questa la cronaca dettagliata e le statistiche della “bella” fra Imo Saronno e Lierna.

Prende e va. La capolista del girone A della Serie C Gold Lombardia, la Imo Robur Basket Saronno di coach Paolo Piazza, batte Lierna nella decisiva Gara3 di semifinale playoff e spicca il volo verso la serie finale che comincerà sabato contro la Corona Platina Piadena. Dopo la batosta inaspettata di Gara1, in cui i lecchesi di coach Ferrari hanno dominato i tabelloni e colto di sorpresa una distratta Imo, costringendola alla peggior partita dell’anno, e dopo l’impresa in riva al Lario in Gara2, quando i saronnesi si sono rimessi in corsa con uno strepitoso terzo quarto, i decisivi quaranta minuti di sabato non potevano che essere una vera e propria battaglia sportiva, una sfida all’arma bianca dalla quale Saronno emerge vincete, ma Lierna è sconfitta solo nel punteggio, dimostrando tutto il suo valore conducendo il match per lunghi tratti e trascinando la serie all’ultimo minuto dell’ultima partita. I lecchesi cominciano bene anche Gara3, subito fuoco alle polveri con i rimbalzi di Danelutti (che chiuderà il primo quarto a 4 punti e 8 carambole) e l’efficacia di Bergna vicino ai tabelloni. Saronno risponde eseguendo e cercando di avvicinarsi al canestro, ma spesso sbaglia semplici layup. Al contrario di Gara2 i lecchesi trovano presto il fondo del secchiello dalla distanza e con Villa e Carpani cercano di scavare il primo minisolco della gara, sul +5 di fine primo quarto 16-21. Nonostante la tripla in apertura di Gurioli, i canestri danno inerzia alla squadra ospite; in più si scatena Iurato che segna 7 punti in fila in poco più di due minuti e costringe Piazza al time out sul 21-28. La Robur rientra in gara con maggior convinzione ma quasi mai arrivano canestri facili. In compenso fioccano liberi per tutt’e due le squadre. Se Saronno torna a contatto è per la sfuriata di Bellotti nel finale. Il play prima spara la tripla, poi ruba palla e vola in contropiede e infine subisce l’antisportivo di Castoldi: per Bellotti sono sei punti in fila, mentre per la Robur si configura l’ultimo possesso del primo tempo per andare in parità, ma Leva sbaglia il tiro e al 20′ il risultato è di 37-29. Nel terzo quarto come sempre ci si attende lo strappo saronnese che arriverebbe anche con i canestri di Petrosino e Gurioli, ma le percentuali non assistono la squadra di Piazza che termina il tentativo di allungo sul +4 del 25′ a 47-43. Anzi, Ferrari suona la carica e trova la risposta positiva di Molteni che, con due minuti da fenomeno vero di Molteni in cui segna 9 punti in fila con tiri ai limiti del possibile, regala anche 4 lunghezze di vantaggio ai suoi. Per il -1 del 30′ deve tornare a farsi sentire Petrosino (18+12 al termine della partita). Cominciano in sostanziale parità gli ultimi e decisivi dieci minuti della serie. Saronno prende subito il comando delle operazioni con la tripla di tabella sempre di Petrosino, poi si va avanti testa a testa, colpo su colpo. Ma Lierna perde Molteni per falli e senza il miglior Ballarate (nemmeno un canestro dal campo) si fa durissima. Ci prova Iurato a tenere a galla i suoi, ma al 36′ dopo i liberi di Leva è +5 Saronno sul 65-60. Ancora una volta i lecchesi devono ricucire e riescono a tornare a -1 con i liberi di Danelutti, Ballarate e Carpani, ai quali risponde Leva con un 2/2 per il 69-66 del 39′. Il tempo però scorre veloce e lo scopre a sue spese Lierna che commette infrazione di 24 (comunque dubbia) sul tiro di Bergna. Dall’altra parte Saronno sbaglia il colpo del kappaò ma ancora i lecchesi perdono palla in attacco. Mancano meno di 26 secondi al termine eppure nessuno della squadra ospita si accorge di dover commettere fallo se non a 9 secondi dalla sirena, quando Leva si presenta in lunetta. Sbaglia il primo e segna il secondo per il +4. La bomba della disperazione di Ballarate e fuori misura e poco conta ai fini del risultato il rimbalzo offensivo trasformato in due punti da Iurato proprio sulla sirena. Finisce 70-68 e la Robur Basket Saronno vola in finale, dove incontrerà la Corona Platina Piadena.

Imo Robur Basket Saronno-Polisportiva Lierna 70-68 (16-21, 21-18, 16-15, 17-14)
IMO ROBUR SARONNO: Luca Bellotti 8 (1/2, 1/2), Tommaso Minoli 4 (1/3, 0/3), Alessandro Lanzani 2 (1/2 da due), Stefano Cacciani 2 (1/2, 0/5), Matteo Leva 12 (1/5, 1/3), Alessandro Gurioli 12 (3/9, 1/2), Andrea Guffanti 5 (0/1, 1/3), Lorenzo Petrosino 18 (6/12, 1/1), Luca Furlanetto 7 (1/2 da tre, 4/4 ai liberi) N.E.: Jacopo Gorla, Oscar Aceti
Tiri Liberi: 24/29 – Rimbalzi: 32 22+10 (Lorenzo Petrosino 12) – Assist: 5 (Andrea Guffanti 3).
LIERNA: Luca Bergna 6 (3/7 da due), Silvio Carpani 7 (2/4, 0/1), Marco Molteni 15 (3/6, 2/3), Matteo Ballarate 3 (0/2, 0/6), Federico Pedala’ 9 (3/6, 1/5), Nicholas Villa 3 (0/2, 1/2), Enrico Julian Danelutti 9 (4/9 da due), Luca Castoldi 2), Carmelo Iurato 14 (3/6, 2/3), Andrea Fiorendi N.E.: Giacomo Marrazzo, Giacomo Garota.
Tiri Liberi: 14/20 – Rimbalzi: 42 28+14 (Enrico Julian Danelutti 16) – Assist: 4 (Nicholas Villa 2) – Cinque Falli: Nicholas Villa, Marco Molteni.

(foto: alcune immagini della sfida di sabato scorso fra Saronno e Lierna)

01062016