imageSARONNO – Una mano di vernice grigia sul cancello e sui muri laterali così i membri dell’associazione nazionale paracadutisti d’Italia hanno ripulito lo stadio comunale Colombo Gianetti dalle scritte e dai graffiti presenti.

L’intervento è stato fatto lo scorso primo aprile, prima delle cerimonia che si è tenuto il 2 giugno per celebrare i 10 anni del monumenti dedicato ai paracadutisti nello spiazzo al termine di via Biffi.

Tra le scritte cancellate lo slogan “Ama chi ti ama lama chi ti infama”, la “storica” “Saronno rivuole il calcio” sul cancello verde dello stadio ma anche l’ormai celeberrima “Hitler capitano” che lo scorso 25 aprile aveva provocato una forte presa di posizione dei partecipanti e dei portavoce della pedalata resistente che sono arrivati a coprirla con dei fogli di carta chiedendo l’intervento dell’Amministrazione comunale per la sua rimozione.

La tinteggiatura realizzata con vernice grigia è stata notata da molti dei presenti dalla cerimonia divisi in complimenti per l’attenzione dimostrata dai parà e critiche all’Amministrazione che non aveva provveduto prima.

04062016

5 Commenti

  1. L’intervento è stato fatto (?) qualche ora prima della manifestazione, le scritte nel mese di maggio erano TUTTE ancora in bella vista.
    Ora rimesso il grigio i soliti ignoti potranno tornare a scrivere idiozie !

  2. bravi!pensavo per una volta ci fosse anche Licata a darsi da fare manualmente non solo vocalmente…

  3. Chapeau ai paracadutisti, molto più sensibili al tema del decoro, di questa “amministrazione”…

Comments are closed.