carabinieri via garibaldi (1) SARONNO – Camminava a piedi, da solo alla periferia tra Saronno e Caronno Pertusella ed è stato prontamente riconosciuto dai carabinieri della compagnia cittadina che l’hanno fermato trovando la conferma in pochi minuti che era un evaso.

Così dopo una permanenza nella camera di sicurezza della caserma di Saronno si sono aperte le porte del carcere di Busto Arsizio per un 25enne residente a Cogliate. Proprio nel paese, in provincia di Monza e Brianza, il giovane aveva messo a segno una rapina ai danni di una farmacia ma era stato rapidamente identificato e messo agli arresti domiciliari.

L’altro giorno però ha lasciato la propria abitazione salvo poi essere fermato tra Saronno e Caronno Pertusella. Non ha spiegato ai militari cosa ci facesse lì e perchè avesse lasciato la sua dimora ma l’evasione era indubbia. Tanto che ieri mattina, nella direttissima celebrata al tribunale di Busto Arsizio, è stato convalidato il provvedimento di fermo, mentre il dibattimento è stato rinviato alla mattina del 17 giugno.

Per il cogliatese, che a carico diversi episodi criminosi, compreso appunto qiello della rapina ad una farmacia a Cogliate, niente più domiciliari resterà in carcere a Busto Arsizio.

(foto archivio)

03062016

3 Commenti

  1. Risorsa indigena Cogliatese, in trasferta fra Saronno e Caronno. Mh…. sarà andato a comprarsi le scarpe nuove, dopo questa scarpinata.

  2. quindi è ufficiale che oggi in Itaglia per un pregiudicato che commette una rapina il massimo della pena sono gli arresti domiciliari! …il paese del bengodi per i delinquenti.

  3. Ma se mandassimo in carcere nei paesi di provenienza tutte le ..risorse..e liberassimo i posti per gli italiani sarebbe una buona idea?. Un Italia senza criminali!!ok ok torno a fare colazione…

Comments are closed.