19032016 telos casa occupata via monte generozio  (1)SARONNO – E’ partito il countdown per la taz, occupazione temporanea in programma sabato 11 giugno. I ragazzi del centro sociale Telos, che dallo scorso 17 marzo ha sede nella villetta occupata di via Monte Generoso proporranno un nuovo evento “in giro per la città”.

Rinnovando quella che è diventata una consuetudine, iniziata dopo lo sgombero della storica sede di via Milano, i ragazzi hanno promosso sui social network e con alcuni volantini un evento per la giornata di sabato 11 giugno. Alle 15 i partecipanti sono invitati a presentarsi con pennelli, bozze e vernici per realizzare graffiti che saranno accompagnati da uno momento musicale. Il programma prosegue con la proposta di una cena vegana e dalle 22 l’esibizione di alcuni gruppi, dai Laforcah ai Jungle riot.

Unico dettaglio ancora oscuro è la location che, come avviene in occasione di tutte le taz cittadine, sarà svelata solo pochi minuti prima dell’inizio della kermesse. Per il centro sociale è un ritorno “in giro per la città”. Dallo scorso 17 marzo usano come base per le proprie attività la villetta di via Monte Generoso (occupata la sera dello sgombero del centro per l’impiego di via Pasta) la cui facciata è stata letteralmente ricoperta di graffiti.

19 Commenti

  1. Ma la smettiamo di fare pubblicità a questi delinquenti e soprattutto ci decidiamo a metterli tutti in galera e a buttare la chiave?!?!??!??!

  2. Ma il Prefetto competente pensa solo ai profughi e alla legalità a Saronno no ??

  3. Speriamo che rendano più bello qualche muro grigio di aree dismesse ed abbandonate, ma ho i miei dubbi, questi Picasso paesani non hanno buon gusto e non sanno disegnare scegliendo come tele per le loro opere o tags dei bei muri bianchi di ville private, da GALERA o almeno da multe superiori ai carciofi.

  4. La domenica gli scout e i parà puliscono e rimettono in sesto, poi il sabato successivo ritorna tutto come prima ad opera dei Telos. Questa è la Saronno amministrata dalla Lega e supportata da SAC!

    • i telos hanno sempre imbrattato sopratutto con Porro , che li ha tollerati per 5 anni , qui oltre al Comune dovrebbero darsi una mossa anche altre forze dello stato , per es, polizia di stato , carabinieri, che sono pagati con i soldi di tutti i contribuenti

  5. con questi qua ci vorrebbe la polizia americana…dopo la prima occupazione non avremmo piú sentito parlare di queste occupazioni. E neanche del telos.

  6. No, scusate, ma ho capito bene o l’evento consiste nell’andare “in giro per la città” armati di “pennelli, bozze e vernici per realizzare graffiti”??? E questo con il beneplacido comunale???? Ma l’imbrattamento dei muri non era perseguibile??? Mi sono perso qualcosa??? Non ho parole….

  7. ma uno il sabato di solito esce in centro a fare 4 passi vedere due vetrine bere qualcosa… in un paese normale… qui deve decidere di farli in un altro paese perchè ok i telos poi ci sarà la polizia, i carabinieri etc..quindi eviti situazioni che possono essere se non pericolose almeno spiacevoli, immagino sei seduto a bere un crodino e ti passano 50 giovani con il megafono seguiti da 20 poliziotti…mmmhhh…. no well…

  8. finche li chiamate “ragazzi” ,,,,,,
    i ragazzi sono quelli dell’oratorio, quelli del volontariato, quelli che lavorano o vanno a scuola,,,questa benevolenza nei loro confronti e’ tipica radical scick…
    ci vogliono ben altri appellativi per definirli.

  9. E come al solito senza chiedere nessun permesso faranno ciò che vogliono e anche di più…. Cortei non autorizzati e non gli succede nulla, posti occupati e non gli succede nulla , figurati per una festa cosa vuoi che gli facciano …..
    Ci manca solo che il Prefetto gli chieda di ospitare i profughi …..

  10. graffiti, cena per gastrofighetti, musica, canne e vodka… il tutto gentilmente offerto dalla comunità saronnese. Son ragazzi! E’ sabato sera!

  11. Basta. Non se ne può più. Mandatelo in un’isola alla fine del mondo. E non se ne parli più.

Comments are closed.