SARONNO – Domenica 5 giugno, sul campo neutro di Biandronno, sotto un sole cocente, è andato in scena l’ultimo atto dell’anno sportivo, che ha visto protagoniste l’Equipe Garibaldi e la Provincia Varese.

In palio c’era il trofeo Loris Cup 2016 e ad aggiudicarselo è stata la formazione saronnese.

I tempi regolamentari si sono conclusi in parità (1–1), per cui sono stati necessari i calci di rigore. Nel primo tempo si è vista una supremazia netta della compagine saronnese, che ha tenuto saldamente in mano le redini del gioco ed ha sviluppato una mole di gioco superiore, sfiorando a più riprese il vantaggio.

All’inizio del secondo tempo l’Equipe ha leggermente abbassato il baricentro e la Provincia ne ha subito approfittato, con un bel tapin di Alessandro Furio, imbeccato su calcio piazzato al limite dell’area. L’Equipe non si è però persa d’animo ed ha reagito prontamente all’inaspettato svantaggio, ricominciando a macinare gioco e guadagnando metri sul campo.
Il meritatissimo pareggio è stato siglato pochi minuti dopo dal capocannoniere del campionato, Alan Schillirò, che dopo aver caparbiamente inseguito un pallone proveniente dalle retrovie, ha insaccato sul secondo palo da posizione abbastanza defilata con un delizioso interno sinistro. Nonostante un paio di occasioni importanti, l’Equipe non è riuscita a chiudere la partita e si è così giunti alla lotteria dei calci di rigore. Non sono stati sufficienti i primi 5 tiri dal dischetto e si è andati ad oltranza.

A far la differenza sono state le parate del portiere dell’Equipe, Omar Aichaui, già autore di un intervento decisivo nel secondo tempo. Il sigillo finale di Adil Charfil ha poi permesso alla compagine saronnese di aggiudicarsi la partita e di portare a casa un trofeo che mancava ormai da molto, troppo tempo.