SARONNO – Partita da record sabato sera sul diamante di via Ungaretti dove le padrone di casa del Saronno si sono confermate “bestia nera” dell’Old Parma, piegata dopo una gara durate ben tre ore. Si è andati agli extra inning, e si è arrivati addirittura alla undicesima ripresa, per il 5-4 conclusivo. Un po’ come all’andata, quando Saronno aveva vinto al termine di una partita rocambolesca.

alice nicolini

Ma restiamo a ieri: sugli scudi la lanciatrice di Saronno, Alice Nicolini e sull’altron fronte della “collega” parmense, l’americana Julia Morrow (che ha chiuso con all’attivo 19 strike out). 0-0 sino alla settima ripresa, quando passa Parma ma Saronno pareggia immediatamente con un sigolo di Alice Nicolini che spinge a casa Alice Midiri. All’ottavo inning ancora a segno le ospiti, e ancora l’immediato pari delle locali con punto di Arianna Nicolini. Ancora un punto per parte al decimo inning (Pellegrino, per Saronno) mentre all’undicesima ripresa fa un punto Parma ma lasciando due corridori in base mentre Saronno pareggia con un singolo di Alessandra Rotondo che porta a casa Sara Cozzi, poi sulla rubata di Rotondo la difesa emiliana pasticcia sulla battuta di Sara Brugnoli ed è il 5-4. A senso unico per Parma, invece, la successiva “rivincita”: 11 valide (contro le 3 del Saronno) decidono il risultato; finale 7-0. Saronno tiene comunque le distanze in classifica dall’Old Parma, che resta ultimo.

Turno di riposo, invece, per la Rheavendors Caronno.

Risultati, 5′ giornata di ritorno: Banco di Sardegna Nuoro-Legnano 0-3, 0-10; Saronno-Old Parma 5-4, 0-7; Bollate-La Loggia 7-0, 7-0; ha riposato Rheavendors Caronno. Classifica: Bollate 900, Rheavendors Caronno e La Loggia 550, Banco di Sardegna 529, Legnano 500, Saronno 250, Old Parma 238.

19062016

1 commento

Comments are closed.