22112014 saronno conferisce la cittadinanza italiana simbolica (7) augusto airoldiSARONNO – “Vorrei, sommessamente, ricordare al sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli, a ciascun membro della sua Giunta e della sua maggioranza, che oggi, 20 giugno, si celebra la giornata mondiale del Rifugiato”.

Inizia così la riflessione che l’ex presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi rivolge alla maggioranza leghista che guida la città di Saronno con un chiaro riferimento alla vicenda profughi.

“A chi di loro si dice cristiano, ricordo le parole di ieri all’Angelus di papa Francesco: “I rifugiati sono persone come tutti, ma alle quali la guerra ha tolto casa, lavoro, parenti, amici. Le loro storie e i loro volti ci chiamano a rinnovare l’impegno per costruire la pace nella giustizia. Per questo vogliamo stare con loro: incontrarli, accoglierli, ascoltarli, per diventare insieme artigiani di pace secondo la volontà di Dio” .

E conclude con un appello: “A sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza ricordo che, sulle loro coscienze, grava la responsabilità di aver impedito che 32 (trentadue!) richiedenti asilo potessero essere ospitati temporaneamente a Saronno“. 

20062016

20 Commenti

  1. Al sig Airoldi vorrei sommessamente ricordare che l’amministrazione, più che altro, ha evitato un abuso edilizio di un privato che aveva come fine il lucro su un’attività commerciale coperta da solidarietà “pelosa”

  2. Ci penseranno Sala e Galimberti ad accogliere tutti i profughi del mondo.
    Saronno continuerà a farne a meno.

  3. Caro Airoldi,
    perché dici “grava la responsabilità di AVER IMPEDITO”, come se tutto fosse ormai concluso negativamente? La vicenda è ancora aperta e le associazioni saronnesi che si riconoscono nel coordinamento “4 Passi di Pace” sono convinte di riuscire a portare a termine questa non bella storia, anche se il cammino dovesse essere lungo.
    Cesare
    Oggi, Giornata mondiale del Rifugiato

  4. Invece sulle coscienze di chi voleva far affari con i profughi la responsabilità di NON rispettare leggi e regolamenti validi per tutti , compresi centri religiosi , Airoldi farebbe bene a ricordarsi che è un EX presidente del consiglio comunale bocciato dalla maggioranza dei cittadini

  5. ” A Saronno non c’è la volontà politica di accogliere i profughi”. Questa l’affermazione di principio di chi non ha ancora capito la essenziale differenza tra profughi e clandestini.
    Comunque, la sordità e la cecità dell’amministrazione saronnese (SAC compresa) è inspiegabile, anche perché è palesemente violato l’articolo 10 della Costituzione.
    Una considerazione di carattere generale: la “fama” della attuale amministrazione saronnese ha, molto probabilmente, influenzato l’esito elettorale di ieri della vicina Caronno Pertusella. I Caronnesi, tra l’altro, non hanno voluto rischiare di pagare “profumatamente”, come i Saronnesi, lo staff e di magari avere in Giunta persone estranee a Caronno.

    • Analisi perfetta;-)
      Differenza: profughi 7% , clandestini 93%, dati ufficiali.
      Se la fama dell’amministrazione saronnese ha influenzato il voto di Caronno (52 voti a favore del PD) benissimo: i caronnesi accoglieranno 10, 100, 1000 clandestini.
      Att3ndo con ansia la giunta caronnese; intanto i sindaci PD dotati di staff sono in aumento.

    • beh dai… nel disastro nazionale di ieri e dopo aver perso in zona Saronno, Cislago, Ceriano, Uboldo ecc. il PD ha salvato Caronno per una manciata di voti. Successone! … PD docet.
      Ma quando avrete l’umiltà di fare autocritica.

      • Sig. Alfredo,
        Brevemente. Innanzitutto mi attribuisce una parte politica quando chi mi conosce sa che, nel passato, ho ampiamente dimostrato, pubblicamente e a livello cittadino, il mio orientamento.
        Non mi risulta che Uboldo sia a gestione leghista.
        Constatazione: in Lombardia nessun capoluogo di provincia è a gestione leghista, addirittura neanche la roccaforte Varese. Forse in Lombardia dove la Lega è ben conosciuta e’…superata. La Lega ha vinto a Savona e Cascina (Pisa), oltre gli Appennini, dove è meno conosciuta.
        Il nuovo sono i “Cinque Stelle” che, sia consentito dirlo, hanno un livello culturale ben superiore…Tra l’altro, non hanno mai correlato la politica …alla durezza.
        Saluti.

        • magari, se si iscrive al 5stelle Saronnese, la prossima volta può essere quella buona…sperando che anche questi signori ,di livello culturale alto, non siano già passati di moda fra quattro anni…

        • faccio notare che nel mio commento l’unico partito citato è il PD … nessun riferimento alla Lega.
          L’invito all’autocritica è rivolto al PD che sta perdendo pezzi importanti.
          D’accordo col lei che il nuovo è M5S … il vecchio, sicuramente, è il PD.

  6. Sindaco e maggioranza, responsabili di mancata ospitalità ai profughi”
    …..AH OK quindi e’ un elogio al sindaco ,non una critica,cioe grazie al sindaco abbiamo 32 risorse in meno a saronno.direi ottimo

    bene bene bravo Airoldi che ha cambiato idea.
    PS.-.. ma oltre ai 32 profughi qualche cosa di meglio di cui occuparsi ce l’ha?non ci dorme di notte x questi 32 profughi, non so qualche povero saronnese che non sbarca il lunario?oppure solo i profughi gli smuovono la coscienza .
    la giornata del rifugiato ,,,,usssingurrrr

  7. vorrei sommessamente ricordare a Airoldi che non ha più nessun titolo per pontificare!
    Unto dal Signore fin da gioventù.

  8. ci mancava solo la giornata del rifugiato!
    FOLLIA !!!
    ma chi l’ ha inventata!! facciamo anche la giornata dei non aventi diritto (che sono quasi tutti sti finti profughi!!) ..clandestini ..room..ecc…
    tutto sto finto buonismo fa venire l’ orticaria!!
    Tutti hanno diritto di viver bene nelle loro terre ..ma e’ piu’ facile farsi mantenere da altri piuttosto per battersi per il proprio paese :SCROCCONI !

  9. Meno male che abbiamo cambiato sindaco e giunta comunale… se fosse stato solo due anni fa a quest’ora ne sarebbero arrivati 32 un giorno, 64 il giorno dopo e 128 il giorno dopo ancora…

  10. “I rifugiati sono persone come tutti,” GIUSTO “ma alle quali la guerra ha tolto casa, lavoro, parenti, amici”VERO LA GUERRA!e sono appunto i sette, insieme ai quali però ne arrivano altri 93 ma questi, si dice, vengono, per la povertà, eppure spendono migliaia di dollari per il viaggio, sono poveri? E’ chiaro che l’attrazione è forte, deve essersi diffusa l’opinione che si tratta di andare dove tutto è gratis senza lavorare e ti pagano pure e allora quelli che possono permetterselo si lanciano nell’avventura, mentre i veri poveri restano la.

  11. Caro Airoldi, lascia Francesco fra le nuvole profumate d’incenso e scendi in terra dove c’è una gran puzza di trafficanti di uomini.

Comments are closed.