SARONNO – Solo nei giorni scorsi la marcia trionfale nei playoff della C Gold ed ecco il traguardo inseguito ormai da qualche stagione: sul campo la Imo Robur Saronno ha conquistato il passaggio nella serie B del basket italiano. Ma ora la doccia fredda: conti alla mano, mancano almeno 60 mila euro per potere affrontare la nuova avventura e così potrebbe profilarsi una clamorosa rinuncia, dagli effetti imprevedibili, con Saronno che potrebbe addirittura sprofondare di due categorie più giù, nella C Silver.

Imo Robur Basket Saronno in Serie B (5)

Un gran pasticcio, al quale il presidente dei biancazzurri, Ezio Vaghi, sta cercando di porre rimedio. Per una serie B nella quale almeno tentare di raggiungere la salvezza servono parecchi quattrini: è richiesta una fidejussione da 30 mila euro, ed i bilanci delle società, anche quelle di basso livello, superano abbondantemente i 100 mila euro. Cifre che oggi come oggi appaiono difficili da coniugare con i bilanci della Robur Saronno, i cui dirigenti sono ora alla ricerca di qualche “aiuto” esterno, qualche sponsor tramite il quale si possano fare quadrate i conti. Ma è anche uba corsa contro il tempo: la scadenza per l’iscrizione alla serie B è quella del 7 luglio. Se ne parlerà, c’è da giurarlo, anche giovedì sera quando nella “casa” della Robur, il palasport “Ronchi” di via Colombo, ci sarà la festa per la promozione.

22062016

9 Commenti

  1. Ho capito, c’è la volontà di monetizzare vendendo il titolo sportivo a qualche altra società.

    • no, questi hanno guadagnato la promozione, il FBC ha rischiato la retrocessione

      E questi riempiono il palazzetto Ronchi, il Saronno FBC potrebbe giocare su un campetto dell’oratorio, quando fanno cento tifosi è grasso che cola

      • Ma ahimè ti è andata male visto che si è salvato . Per i cento spettatori vieni pure a contare, sono sicuro che ti stupirai. Forza Robur, mettecetela tutta!!!

  2. ma quale voglia di monetizzare??!!!!!
    non scherziamo, si fa di tutto per fare la B

  3. Si potrebbe usare parte del contributo comunale al teatro Giuditta Pasta. In cambio sulle canotte si faccia pubblicità al teatro stesso.

  4. La Imo Saronno è un patrimonio cittadino. Mi permetto di consigliare agli imprenditori nostrani di dare una mano ora e aiutare la Robur Basket! Non tirate fuori i soldi solo per scellerate campagne politiche! #SaveRoburBasket

  5. i soldi il Comune li ha spesi per avere la sede di partenza della TRE VALLI VARESINE , probabilmente molto di più di 60000 euro ……

  6. Ci vuole Silighini per salvare la Robur: a suo tempo avrebbe salvato anche l’FBC se Porro & C. non si fossero messi di traverso: una vittoria di Silighini era per loro piú grave che lasciare Saronno senza la prima squadra di calcio cittadina.

Comments are closed.