SARONNO – E’ stata la squadra del distaccamento cittadino di via Stra’ Madonna la prima ad arrivare, insieme a quella di Legnano, dell’area industriale, ormai dismessa, della ex ditta Crespi specializzata nella lavorazione di materie plastiche.

A far accorrere i vigili del fuoco una densa e alta nuvola di fumo nero che aveva invaso l’intera zona suscitando comprensibile allarme trasformatosi in una pioggia di chiamata alla centrale delle emergenze.

Domare le fiamme è stato decisamente impegnativo tanto che sono accorse diverse squadre di vigili del fuoco oltre agli agenti della polizia locale di Legnano, che hanno chiuso la zona e i carabinieri della Compagnia di Legnano.

Sul posto anche la protezione civile ma anche il Nucleo biologico chimico radiologico e l’Arpa. Secondo la prima ricostruzione sarebbero bruciati alcuni rifiuti plastici. I residenti di una villetta invasa dal fumo sono stati accompagnati al pronto soccorso a scopo precauzionale. Si temeva per l’emissione di sostanze tossiche ma non è stato rilevato nulla. Gli operatori hanno installato una stazione portatile per l’analisi delle condizioni atmosferiche e congiuntamente ai tecnici dell’Arpa stanno effettuando delle analisi in loco. Come detto non si sono registrate particolari criticità.

Provvidenziale, dunque, l’intervento dei pompieri saronnesi anche se ancora una volta la loro attività è stata rallentata dalla mancanza nella dotazione del distaccamento della termocamera necessaria per i primi interventi in incendio come questo.

Ecco alcuni scatti di Matteo Turconi

5 Commenti

  1. Ma perché scrivete articoli incompleti? ex area industriale di che paese? ditta Crespi dove? per favore date tutte le informazioni.

  2. Avete perfettamente ragione comunque vi rispondo io si tratta di una ditta in disuso al confine tra castellanza e legnano

  3. L’incendio ha interessato la vecchia zona industriale tra Castellanza e Legnano di fronte al supermercato il Gigante.

Comments are closed.