SARONNO – I pensionati, le nonne con i nipotini, gli animatori dell’oratorio feriale, i ragazzi di “Giovani in campus” e tante famiglie: c’era davvero una rappresentanza dell’intera città questo pomeriggio per la partita Italia-Spagna proposta in piazza Libertà dall’Amministrazione comunale.

Il ledwall, pagato grazie al contributo di alcuni sponsor, ha garantito un’ottima visione e l’ombra che a poco a poco si è allargata sulla piazza ha dato a tutti la possibilità di assistere senza fare i conti con il solleone e il caldo.

Alle 18 erano quasi 200 i tifosi presenti ma sono aumentati nel corso dell’intero match e all’inizio del secondo tempo si è sfiorata quota quattrocento.

Nutrita la delegazione dell’Amministrazione comunale: il presidente del consiglio comunale Raffaele Fagioli con la famiglia, gli assessori Francesco Banfi (indossando la maglia della nazionale), Gianpietro Guaglianone, Gianangelo Tosi e Mariaelena Pellicciotta. Presente e soddisfatto anche Claudio Sala, presidente della commissione Commercio che ha creduto e contribuito alla realizzazione dell’evento. Tra i volti noti Elio Fagioli, con la sua inseparabile bici padana, il giornalista Roberto Banfi in maglia bianca con tanto di stemma della nazionale, l’ex assessore agli eventi speciali e alla viabilità Fabio Mitrano ed Alberto Paleardi. In prima linea scatenatissimo con maglia azzurra e tricolore anche il fotografo Armando Iannone e sul finale anche il prevosto monsignor Armando Cattaneo.

Tanta l’attesa e l’ansia sfogata nelle urla entusiaste per il gol Chiellini al 33′ del primo tempo, al raddoppio di Pellè al 46′ del secondo tempo e per il triplice fischio finale che ha decretato il passaggio degli Azzurri alla fase successiva. Sul finale non è mancato chi ha acceso un fumogeno.

27062016

17 Commenti

  1. Sala sempre piú presente! Banfi ha i giorni contati! …finchè dura, poi SAC sará all’opposizione. STRANO ma vero!

    • Solito, maldestro, tentativo di mettere zizzania tra Lega e SAC.
      Un consiglio: lascia stare.

  2. Solo 400? Saronno …è davvero una cittá conquistata dal deserto! Grazie Banfi e non venire piú a chidermi di aprire il giovedí sera. Grazie

    • Sinceramente..puoi stare chiusa anche il martedi venerdi sabato…ecc ecc..
      Hai giusto la mentalità di uno destinato a chiudere x sempre. Sveglia il commercio è cambiato…nn per Banfi…Sveglia!!!

  3. Eravamo in 40 a casa mia senza ledwall. Se questa è la proporzione in piazza non c’era nessuno.

    • Toppata sì o Toppata no….sta di fatto che questa amministrazione si sta dando da fare con iniziative inusuali per una Città dormitorio come Saronno. Vergognati!!!

  4. Ecco la solita lista di anonimi vigliacchi che non perdono occasione per criticare le belle iniziative. Certo l’iniziativa in sé non è importante quando lo scopo è solo quello di infangare. Attenti però a non scadere nel ridicolo, mi ricordo che la prima partita, quando si parlava di un centinaio di persone, si diceva “100? Pochissimi!” adesso 400 vi sembrano ancora pochissimi. Penso che anche se si arrivasse a 10000 persone avreste qualcosa da dire. Penosi.

    • Tranquillo. I commenti di critica a Banfi sono tanti ma sono scritti sempre dalla solita o massimo solite due persone.

  5. mah! siete capaci solo di criticare, non capisco proprio coloro che criticano sempre!

  6. se non fanno perché non fanno, se fanno non va bene…siete campioni delle lamentele.compagni

  7. 400 persone, normale! La partita era alle 18, a quell’ora la gente sta lavorando o ha appena finito, era logico aspettarsi poca gente

  8. Muzza ringrazia…Purtroppo viene penalizzata la via mazzini..chiusa dallo schermo..
    Perché nn metterlo davanti alla chiesa??
    Hanno messo le bancarelle dei Sardi…
    Utilizzare un po’ il buon senso noooo??
    Purtroppo la testa dei politici è limitata..nn capiscono…nn c è rispetto per le vie adiacenti alla piazza.
    Riflettere….

  9. Caro Vito….se lei guardasse dove tramonta il sole capirebbe il motivo della via Mazzini.

Comments are closed.