SARONNO – Oltre settanta auto storiche, una quarantina di moto, una ventina di Ferrari: sono i bolidi che hanno animato il giovedì sera di Saronno.

Un nuovo successo, sia come partecipanti sia come pubblico per il Memorial Luigi Lazzaroni e Peppo Dones organizzato nella città degli amaretti per ricordare due saronnesi che hanno saputo “coltivare la passione per il bello dei motori” A completare la serata, con tanti apprezzamenti dei presenti, il concerto della banda cittadina.

Al termine della serata a benedire i motori è arrivato anche il prevosto monsignor Armando Cattaneo mentre il sindaco Alessandro Fagioli ha portato il saluto della città.

Positivo il bilancio della serata tracciato dell’assessore al Commercio Francesco Banfi: “Giovedì sera entrati nel proprio vivo, con moltissimi negozi aperti alcuni dei quali pronti ad offrire occasioni di festa (musica, danze, momenti di relax o prova di merci). L’evento centrale, il memorial Lazzaroni Dones giunto alla quarta edizione, ha portato in centro moltissime auto pregiate, veri pezzi da novanta dell’ingegno umano che non sopravvivono ma vivono anche ai giorni nostri grazie agli appassionati dell’arte e ingegno umani, persone che sanno bene come un’opera d’arte non si crea dalla sera alla mattina, ma con la costanza, la fatica, i tentativi e anche qualche fallimento.

La nostra sera è stata arricchita anche dalla conferenza tenuta al museo di ceramiche “Gianetti” che ha offerto ad appassionati e curiosi un incontro sulle legumiere.  Altro appuntamento con l’arte, regalataci dai saronnesi che ci hanno preceduto, è in san Francesco dove il gruppo chiese aperte offre uno sguardo aperto sui tesori che abbiamo nella nostra Saronno. C’è stato un successo di pubblico, molti anche i non saronnesi presenti”.

(per la foto di copertina si ringrazia Armando Iannone)

01072016

 

4 Commenti

  1. Banf..er! Nel giro di una settimana dire tutto chiuso prima, tutto aperto dopo: ce ne passa! Anche avocare a sè il merito non ti sembra un tantino esageratino!

  2. nulla di nuovo caro banfi, tutta roba riciclata. proponi e fà qualcosa di nuovo. orrmai è un anno che prendi lo stipendio

Comments are closed.