SARONNO – Da qualche giorno c’è una novità in piazza Libertà: la fontana in marmo bianco sotto i pennoni è stata riattivata. La riqualificazione della fontana e quella successiva dell’aiuola  sono realizzata dall’Amministrazione comunale con un investimento di 10 mila euro. Nel corso dell’ultimo anno in diverse occasione i saronnesi si erano lamentati per il fatto che la fontana era di fatto stata trasformata in una sorta di maxi discarica.

Un lastrone rotto e l’acqua spenta, unita ad una buona dose di disattenzione e maleducazione, avevano fatto accumulare diversi rifiuti, da mozziconi di sigarette e persino sacchetti della spesa pieni di rifiuti. L’Econord è intervenuta in diverse occasioni, con pulizie straordinarie, ma il problema è stato risolto solo riparando la fontana. I lavori sono stati ultimati prima del fine settimana e la fontana ha ripreso a zampillare. Il getto è più basso che in passato ma certo è stata una novità che non è passata inosservata. Presto ne arriveranno altre. L’Amministrazione ha intenzione di posizionare degli archetti per evitare che i passanti camminino sull’erba.

“L’acquisto del marmo per la sistemazione è costato sui mille euro – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Dario Lonardoni – gli altri interventi ossia la sistemazione della pompa e la riqualificazione dell’area verde intorno all’aiuola con il posizionamento degli archetti saranno realizzati dagli operai comunali”.

04072016

9 Commenti

  1. sono contento sia stata riattivata, è bello avere una fontana in centro….purtroppo è una delle più brutte mai viste, poi con quello zampillino, fosse almeno bello alto…

    • e vero, è una fontana mal riuscita e posizionata in un luogo pessimo, con delle dimensioni ridicole anche rispetto al contesto.
      Pessimo l’architetto che l’ha progettata e senza testa la giunta di allora che non ha capito quanto brutta era, o forse doveva rientrare nella bruttezza della piazza e fare concorrenza agli stabili intorno
      SQUALLIDA!

  2. Buona notizia.
    Urgente la sistemazione di archetti intorno all’aiuola per segnalare ai moltissimi vandali di non entrare nell’area. Incredibile il numero di genitori incivili che lasciano i loro figli saltare, correre nell’aiuola e fontana. I vigili dovranno essere presenti e comminare multe senza pietà. La certezza della sanzione è l’unico modo per preservare l’aiuola e fontana.

  3. spero non si ritrasformi in un bagno pubblico come e’ avvenuto negli anni scorsi….in questo caso meglio toglierla!!

  4. 10 KEuro per cambiare una lastra da mille.
    Chissà quanto ci costerà sistemare la pompa e gli archetti per preservare il verde delle aiuole che gli operai comunali sistemeranno.

    • Miraggi scritti nell’ultima frase dell’articolo, se vera.
      “sistemazione della pompa e la riqualificazione dell’area verde intorno all’aiuola con il posizionamento degli archetti saranno realizzati dagli operai comunali”
      Operai comunali (o sbaglio?)

  5. La fontana riattivata! Bella…. speriamo.
    10.000 euro spesi… per pulirla e aprire, al 50%, un getto d’acqua
    miserello miserello. Saranno compresi gli archetti?
    Nel frattempo, da tre mesi forse di più, ci sono delle lastre di eternit abbandonate vicino ad un cestino, in via Piave alle spalle dell’ex bociodromo, che aspettano di essere rimosse e smaltite. Sono state impachettate (messe in sicurezza?) e segnalate con un nastro bianco e rosso… ma sono ancora li. A suo tempo era stato detto che bisognava seguire delle procedure, burocrazia o…
    Intanto la fontana zampilla!

    Segnalo, per l’ennesima volta, un’altra situazione sempre in via Piave all’uscita da via Bainsizza, pericolosa per i pedoni. 20/30 mt di sterrato che obbligano i pedoni a scendera sulla strada con grande rischio. Via Piave, da sempre, è una arteria a scorrimento veloce molto veloce e pericolosa.
    Intanto la fontana zampilla!

  6. evvai 10 mila euro per una fontana che non fa alcuna differenza e non si sono trovati i soldi per aiutare Robur Basket ad iscriversi al campionato di serie B (evento unico per la città). se queste sono le priorità…
    saluti

Comments are closed.