diario pendolare trenord (2) SARONNO – Tra il 18 giugno e il 3 luglio Trenord ha trasportato 460mila passeggeri da e per “The Floating Piers”. Trecentotrenta mila i biglietti venduti, per il 90% a visitatori provenienti sia dal resto d’Italia e della Lombardia, sia dall’estero.

Durante i 16 giorni dell’evento, Trenord ha effettuato 1.200 corse lungo la linea a binario unico, dall’alba a dopo la mezzanotte grazie al piano di potenziamento del servizio che ha previsto una programmazione di 84 corse al giorno sulla linea, di cui 73 con fermata a Sulzano. Tutte le corse sono state operate con una flotta completamente rinnovata: 17 convogli, tra cui 12 ATR di ultimissima generazione.

Trenord ha quotidianamente offerto assistenza ai Clienti con una presenza costante di 180 addetti all’assistenza Trenord, che hanno lavorato in modo esclusivo e dedicato a “The Floating Piers” a Brescia, Iseo, Sulzano e nelle altre stazioni della Brescia-Iseo-Edolo per agevolare l’afflusso e il deflusso dei passeggeri tra Brescia e Sulzano e per tenere aggiornati i clienti sulla circolazione dei convogli.

Sessanta “tourist angels”, studenti di una scuola superiore bergamasca, hanno affiancato il personale Trenord nelle stazioni di Brescia e Sulzano, accogliendo con garbo i turisti che hanno scelto il treno per raggiungere le “Floating Piers”, fornendo loro informazioni relative all’itinerario e all’opera di Christo in diverse lingue straniere, agevolando così il viaggio ai turisti provenienti da diverse nazioni.

Nelle stazioni si sono tenuti un’ottantina concerti di ensemble musicali di vari generi, dalle bande ai cori, della Provincia di Brescia: hanno saputo vivacizzare le stazioni della Brescia-Iseo-Edolo, rendendole per due settimane luoghi di musica, incontro e passaggio verso un evento che resterà nella storia.

04072016

1 commento

  1. Martedì 28 giugno.
    Milano-Brescia, Brescia-Sulzano e ritorno.
    Treni e carrozze che non vedevo da decine di anni. Niente aria condizionata, finestrini bloccati chiusi in uno di questi. Pessime le condizioni dei sedili e delle carrozze.
    Da non ripetere.

Comments are closed.