SARONNO – Denuncia a piede libero per il titolare di una sala scommesse di Saronno: l’indagine si è svolta nei giorni scorsi a cura della polizia di Stato della questura di Varese, a partire da un controllo compiuto nel locale pubblico lo scorso 29 giugno.

15052014 polizia di stato saronno piazza libertà(19)

Gli agenti della “Divisione di polizia aministrativa e sociale”, infatti, a seguito delle verifiche effettuate, hanno constatato, come si legge in un comunicato stampa emesso dalla questura varesina “violazioni di carattere penale ed amministrativo, quali la gestione della sala scommesse in assenza della prevista autorizzazione, con l’ausilio di un proprio stagista e nonostante fosse stata data comunicazione di motivi ostativi all’esercizio di tale attività. Il titolare dell’agenzia di scommesse è dunque stato deferito all’autorità giudiziaria per i reati che sono stati ravvisati”. La polizia intanto prosegue gli accertamenti in campo amministrativo nelle attività commerciali di tutta la provincia di Varese.

(foto: la polizia di Stato in centro a Saronno)

06072016

5 Commenti

  1. A quando le pizzerie d’asporto gestite dai pakistani che non riladciano nemmeno uno scontrino quando consegnano a domicilio?

    • Caro mio, lo so che sei affranto, ma questa notizia non riguarda gli stranieri! Potrai sopravvivere al fatto?

  2. Vieni a prendere la pizza da italiani ti faccio lo scontrino e mangi meglio pizzeria Miami piazza indipendenza 16 ciao

  3. Se non c’è lo straniero di mezzo, ci viene messo.
    Quando si dice “il popolicchio” 😉
    Gestione NON autorizzata di sala scommesse.
    Ma naturalmente non è nulla di grava, si sa che il gioco non crea dipendenza. Immagginiamo se anche non autorizzato e controllato.
    Aggiungerei:ci sono tante pizzerie italiane. Se poi vuoi risparmiare 1 euro…bhe il problema è un altro.

    • L’utente anonimo che ha tirato in ballo gli stranieri non l’ha fatto per tirare in ballo li stranieri ma per sottolineare che ci sono parecchi situazioni gravi, sotto gli occhi di tutti, dove i controlli scarseggiano.

Comments are closed.