SARONNO – “Diciamo che è stata una serata zero, abbiamo dato l’opportunità a diversi giovani di sperimentare questo tipo di evento ed alla fine persone di tutte le età hanno ballato con le cuffie e le nostre tre proposte musicali. E’ un investimento per la nostra realtà ma noi siamo intenzionati a far vivere e perchè no anche ballare la città”.

Hanno scommesso su una città degli amaretti giovane e viva gli organizzatori dell’evento #ZeroDeciBel. In sostanza il locale Greyhound Club ha portato in piazza Volontari del Sangue la “silent disco”. Ieri sera alle 20 è stato aperto lo stand dove era possibile noleggiare (anche in una promo con un drink) cuffie wifi. Indossandole si poteva sentire la musica, tre diverse proposte, vivendo l’esperienza unica della silent disco, ballando nel centro cittadino, in totale libertà di movimento e ascolto.

Fino all’una sono state molte le persone che si sono avvicinate per provare e curiosare. A vedere l’evolversi la situazione sono passati anche l’assessore Gianangelo Tosi e Francesco Banfi mentre Elio Fagioli si è messo in gioco indossando le cuffie e ballando.

“Stasera aspettiamo 4 dj – continuano gli organizzatori – abbiamo proposto questo evento perchè crediamo nelle potenzialità della piazza di Saronno e vogliamo che sia una città viva per tutti a partire dai giovani. L’invito a tutti è quello di indossare le cuffie e ballare stasera e durante la notte bianca di sabato 9 luglio”.

08072016

3 Commenti

  1. Ennesimo evento a QI zero. Il Trionfo del Nulla, l’Apoteosi del Niente, l’esserci senza essere. Così le Notti Bianche, le Notti Gialle, i vari Christos con le loro passerelle sui laghi.
    Intanto biblioteche vuote, teatri in chiusura, sale cinema al dissesto. Il 48% della popolazione non sa comprendere il contenuto letterale di un testo scritto di media-bassa difficoltà.
    Forza Spectre, Forza Bilderberg, Forza Massoneria. Ancora qualche fesseria attraente e poi il popolo l’avremo cotto a puntino, pronto per riportarlo al 1100 d.c.

  2. Bellissima esperienza… non paragoniamo la notte bianca ad una esperienza di teatro … non ha senso.
    Paragoniamo questa esperienza stupenda di disco silent ad una terribile situata in vicolo Pozzetto quel caos di ragazzi con musica “a palla”… dovrebbero regolamentare l’acustica!!

Comments are closed.