SARONNO – Condanna e cordoglio anche dal Saronnese per il terribile attentato terroristico della sera del 14 luglio a Nizza, in Francia.

Su Facebook i commenti dei politici locali.

23112015 erasmus bascapè lara comi (4)

Lara Comi, europarlamentare saronnese, vicepresidente europeo Ppe:”Tante terribili notizie si susseguono per ciò che sta avvenendo a Nizza. L’ennesima conferma che non possiamo permetterci di sentirci tranquilli e in sicurezza in nessun momento, soprattutto nei momenti di festa. O ci mettiamo in testa che dobbiamo rispondere a questi attacchi solo con una lotta all’unisono, tutti insieme, oppure saremo soggetti ad altri attacchi”.

Francesco Licata, segretario cittadino del Pd, scrive:”Non ci avrete mai come volete voi!”

Pierluigi Gilli, sindaco emerito di Saronno:”Venerdì: una tranquilla giornata estiva rovinata dalle orribili notizie provenienti da Nizza. Altre decine d’innocenti vittime, nel giorno di festa nazionale, per la Francia, che ricorda la presa della Bastiglia. L’inizio della rivoluzione del 1789. Ci vorrebbe oggi un’altra rivoluzione contro l’omicida furia del terrorismo. Al momento non si sa ancora, ma si suppone che la matrice sia quella islamica. Farneticazioni mortifere di pazzi. Ma i loro correligionari “moderati” dove sono? Esistono o è solo una fantasia? Oremus”.

Pierluigi Gilli - PH Edio Bison - Copy (18)

Giulio Gervasini, commissione comunale Trasparenza:”Attentato a Nizza. Di soluzioni non ne ho, sono onesto. Hanno colpito il 14 luglio, giorno fondamentale per il riconoscimento dei diritti fondamentali. Non ce li toccherete, non scalfirete i nostri valori. Liberté, Égalité, fraternité”.

Michele Castelli, Onda italiana:”E’ doloroso vedere l’accaduto, povere vittime. Dobbiamo cercare di reagire, per onore dei poveri morti e per dare un senso di civiltà e libertà con qualsiasi mezzo. Dobbiamo essere tutti guardinghi e denunciare immediatamente alle autorità, e soprattutto i mussulmani debbono fare la loro parte: basta stare dietro alle quinte senza essere toccati dalle stragi e predicare fratellanza, se non vogliono essere considerati complici”.

Lorenzo Guzzetti, sindaco Uboldo:”Nizza; mi sto chiedendo dove sono finite in questo momento le anime belle che mi parlano di “Islam moderato”.

lorenzo guzzetti sindaco

Dante Cattaneo, sindaco di Ceriano Laghetto:”Un altro colpo al cuore dell’Europa. Un altro attacco terroristico islamico, questa volta a Nizza, a pochi chilometri dal confine con l’Italia. Altri 84 morti. “Non generalizziamo, non strumentializziamo, non politicizziamo, blablabla”. Ma non facciamoci ammazzare uno ad uno da queste bestie fanatiche!”

Cristiano Borghi, capogruppo della Lega Nord a Gerenzano:”È ora di dire basta, basta fiaccolate, basta buonismo, basta con le parole… combatteremo, fino allo stremo, gli esecutori materiali, i mandanti, i complici diretti e indiretti, combatteremo chi li fa entrare e chi li giustifica, combatteremo chi mette a repentaglio i nostri valori, la nostra vita, solo per un pugno di voti”.

15072016

6 Commenti

  1. Licata i tempi dello stadio, per te, dovrebbero essere finiti.potresti fare chiose più da politico, visto che quello hai scelto di essere…

  2. fate un minutino di silenzio.. tanto domani e’ un altro giorno…
    aspettiamo un altro attacco : noi pronti a voltare l’ altra guancia!!!

  3. Azioni concrete???? Tipo chiudere il centro islamico. Tipo espellere tutti i musulmani che spacciano. Niente vero???? Ridicoli e cagasotto. Vergognatevi!!!!

  4. Concordo con la posizione di Gilli e di Comi. Quest’ultima da relatore PE per la Difesa, saprà, ovviamente con il contributo fattivo di altri nostri eletti, portare risultati.

    Chissà se la Lega saprà smettere i panni degli slogan e mostrare la faccia – ne avesse una- se in grado, di quella che tira su le maniche e passa ai FATTI.

Comments are closed.