movimento 5 stelle presentaizone lista (1)SARONNO – “La Giunta Fagioli ha deciso di riaprire al traffico la Ztl, lo farà con una prima sperimentazione che porterà le automobili in piazza De Gasperi, entrata da via Cavour e uscita da via Pietro Micca, transitando per Piazza La Malfa e per vicolo Pozzetto. Una scelta sbagliata dettata dall’ossessione della sicurezza da una parte e dal desiderio di compiacere i commercianti dall’altra”

Inizia così la presa di posizione del Movimento 5 stelle in merito alla riapertura della zona a traffico limitato realizzata da lunedì 18 luglio dal sindaco Alessandro Fagioli.

“Una riapertura costosa per i saronnesi che pagheranno qualche migliaio di euro per la sperimentazione prima, e 250.000 euro poi per la realizzazione completa del piano, senza contare le spese annuali per la manutenzione della pavimentazione e delle numerose grate presenti.

Decisione anacronistica che, senza un preciso piano di rilancio del commercio, non porterà alcun giovamento.

Diverse saranno le problematiche conseguenti alla riapertura della ZTL: parcheggi a pagamento che sostituiranno quelli a disposizione dei residenti muniti di pass a fronte di uno scarso numero di parcheggi in più ricavati (solo una ventina), problemi di viabilità e un senso unico alternato presente alle spalle della piazzetta Avis. Anche via San Cristoforo, senza gli adeguati controlli e affidandosi solo al senso civico degli utenti della strada, potrebbe essere sfruttata come via d’uscita con le chiare conseguenze e ripercussioni, anche sulle attività commerciali.

Ci domandiamo se l’amministrazione comunale pensi realmente che permettere il transito delle auto nel centro possa risolvere le problematiche legate alla sicurezza e al contempo ravvivare il commercio saronnese. Una domanda ai commercianti che questa riapertura l’hanno voluta e appoggiata: “Siete davvero convinti che con una ventina di posti auto in più ed eliminando la Ztl incrementerete gli affari?

Noi riteniamo che si tratti di un gigantesco errore e una grossa perdita di tempo, di energie e denaro per tutta la collettività”. 

25072016

18 Commenti

  1. Ma i 5 stelle sanno solo criticare o anche proporre alternative concrete che non siano utopistiche come loro solito?

    • Non ho simpatie per M5S ma guarda che l’alternativa concreta che tu chiedi non è quella di cancellare ciò che da vent’anni funzionava bene e cioè la ZTL, che era tutto tranne che un’utopia. La verità è con queste scelte si trasforma Saronno in una piccola Calcutta. Tutto per far piacere a quattro bottegai che per fare i loro interessi (vedremo!) sono sempre contro quelli dei cittadini. E il Sindaco tra noi e loro ha scelto loro.

      • bhe loro si chiedono “Ci domandiamo se l’amministrazione comunale pensi realmente che permettere il transito delle auto nel centro possa risolvere le problematiche legate alla sicurezza e al contempo ravvivare il commercio saronnese” ma che soluzione propongono visto che togliere la ZTL non va bene?????

        • ..ma scusate, sono io che non capisco??perchè migliorare la sicurezza??così diamo il oermesso a spacciatori e scippatori di aggirarsi in moto e motorino per il centro…altro che sicurezza, aumenteranno gli scippi..

  2. Follia aprire il centro al traffico. Va fatto esattamente l’opposto. Vedere la storia di via Dante a Milano dopo la chiusura.

  3. tutto al contrario dei buoni risultati ottenuti da Porro in precedenza….ma è possibile che queste persone pensino solo ai soldi e NON alla salute dei loro figli ??? …che imbecilli !!!!

  4. Eh già. Perché è proprio l’impossibilità di arrivare sotto ai negozi in auto a causare la crisi dei commercianti saronnesi…non sono i vari centri commerciali costruiti negli anni in zone limitrofe, non è il graduale aumento dello shopping sul web, non è di sicuro il fatto che molti dei negozi vendono cose che pochi voglio comprare. Non è neanche un regime di prezzi che ricorda più Milano che un paese del varesotto.

    No, no è il fatto che le auto devono essere posteggiate a circa 50-100 metri dal centro. Questo è il problema. Grandissimi i collaboratori del Sindaco, davvero dei fenomeni. Se provano a sistemare tutti i problemi così stiamo freschi

  5. Sono un commerciante del centro di Saronno. A parte che sono contrario alla riapertura della ZTL, tengo a precisare che nessuno del Comune mi ha mai contattato per chiedere il mio parere e non sapevo, finchè ho visto “dipingere” la pavimentazione, che da lunedì iniziasse la “sperimentazione”.

  6. Sarebbe davvero interessante sapere cosa ne pensa Ascom. Non sono così certo che i commercianti siano favorevoli alla riapertura della ztl. Sembra piuttosto una presa di posizione di questa giunta balorda. Guardando l’area in questione di direbbe che serva l’esatto contrario. Ovvero servirebbe migliorarne l’aspetto l’illuminazione la vivibilità in generale. Oggi anzi ieri somigliava ancora troppo ad un parcheggio. Domani lo sarà per davvero.

  7. Un aumento del traffico che causerà caos e ulteriore inquinamento. Nessuno ha tenuto conto che c’è una strozzatura con la chiusura della via G. Pasta, più un cantiere che per almeno tre/quattro anni provocherà polvere, rumore e via vai di centinaia di camion in piazza Indipendenza/via Monti. Nessuno risarcirà commercianti, ma soprattutto residenti che dovranno respirare pulviscolo e gas di scarico. Bravo Fagioli, per queste belle pensate aumenterei lo stipendio a funzionari incapaci e staff. Tanto pagano i cittadini. E nessuno li ha interpellati.

  8. Altro eccelso “progetto sperimentale” del costosissimo staff. Caro Sindaco hai sbagliato tutto fino ad ora forse sei ancora in tempo a dare un segno di vita.

  9. I redditi medi forniti da Agenzia Entrate: Barbieri e parucchieri: 11.400, Macellai: 16.000, Ristoratori:14.500, Bar Caffè gelaterie: 16.300, Giornalai: 18.000, Gioiellieri: 14.300. Fra due anni confronteremo i loro redditi.
    Io scommetto che le loro dichiarazione dei redditi non aumenterranno, voi?

  10. Da residente in ztl o ex ztl, trovo la modifica completamente priva di buon senso: pago ogni 12 mesi il rinnovo del pass che abilita la mia auto al parcheggio all’interno delle strisce blu, già molto difficile da trovare perché presenti in numero nettamente inferiore rispetto alla richiesta, e ora che vengono aggiunti 20 posti auto – ancora pochi, ma meglio di niente – dovrei pure pagare la cifra spropositata di 2 euro all’ora? Un malcelato tentativo di estorcere denaro a chi già paga profumatamente un servizio scarso. Il danno e la beffa per i molti nella mia situazione. Oltre allo spreco di denaro pubblico per realizzare la segnaletica.

Comments are closed.