SARONNO – Il piano del sindaco Alessandro Fagioli per riaprire la zona a traffico limitato tra piazza La Malfa e piazza De Gasperi ha suscitato molte reazioni in città.

Dopo aver spiegato gli obiettivi della sperimentazione che partirà lunedì 18 luglio e aver mostrato i primi interventi con la realizzazione degli stalli ilSaronno, autorizzato dall’Amministrazione e dalla polizia locale, ha effettuato un primo tour dell’anello in cui potranno entrare tutti i veicoli, anche i non autorizzati, dalle 15 alle 24 fino al 14 ottobre.

Al volante della sua Trevis la direttrice Sara Giudici ha percorso l’anello in anteprima: “A colpirmi – spiega sia nel video sia al termine del tour – è stata la strettoia all’altezza di piazza Volontari del Sangue. Lì si dovrà procedere con un senso unico alternato e certo non sarà un passaggio semplice, il rischio che si creino rallentamenti è molto alto”.

“Un’altra criticità – continua Giudici – l’ho trovata tra piazza De Gasperi e piazza La Malfa, il passaggio accanto alla rampa di accesso dei garage privati è decisamente stretta vista la presenza di alcuni stalli per la sosta. La mia piccola Trevis non ha avuto problemi ma un Suv con un’auto parcheggiata potrebbe avere qualche problema”.

Promossa invece la segnaletica: “I divieti d’accesso al resto della zona a traffico limitato (ad esempio a via San Cristoforo) sono ben visibili ma certo la volontà degli automobilisti di rispettarli sarà essenziale”.

Da valutare secondo la direttrice de ilSaronno lo stato della pavimentazione: “Non vivendo in centro non sono abitualmente autorizzata ad entrare in ztl così son rimasta colpita dallo stato precario dell’asfalto in vicolo del Caldo. Se la sperimentazione dovesse continuare credo sarà necessario intervenire”.

16072016

21 Commenti

  1. Tre criticità in qualche centinaio di metri mi sembrano un po’ troppe.
    Il tratto a doppio senso di circolazione creerà situazioni critiche e tralasciamo via Cavour che diventa a rischio per i pedoni.

  2. da valutare bene anche la possibilità,non remota, di un intervento d’urgenza di mezzi di soccorso(ambulanze,pompieri,vigili e carabinieri)magari in ora di punta di cercatori di parcheggio

  3. Dopo aver visto il video è difficile commentare positivamente l’utilità di questa iniziativa.

  4. Per essere ancora chiusa al traffico, ci sono già un sacco di automobili e camion molte/i parcheggiate/i in divieto di sosta.
    Peccato non ci sia registata l’uscita dalla piazza e l’immissione in via San Giuseppe (la cosa peggiore dell’operazione).
    Meglio sarebbe entrare da via Pietro Micca (e se c’è coda uscire subito da via Solferino, di fianco al cinema Saronnese o da via Cavour); poi fare l’anello ed uscire da via Cavour in una zona che favorisce la reimmissione nel caotico traffico Saronnese. Si eviterebbe l’incrocio dei serpentoni di auto davanti a Pza Volontari del Sangue, favorendo uno migliore scorrimento e si facilitando l’uscita di quelle auto che volessero rinunciare a cercare parcheggio in pieno centro.

  5. …..che enorme cagata.Potevamo andare in bici tranquillamente..ma no…al sig Fagioli piace il traffico,lo smog……..Ma dove avete il cervello?Torniamo indietro di 15 anni……e’ una vergogna.

    • Si torna indietro di 15 anni x i troppi stranieri presenti sul territorio. Stranieri che nn si integrano che spacciano rubano…ecc ecc…
      La lo smog di via san giuseppe nn va in p.zza de gasperi??
      Pensiamo prima a tutelarci da questa gentaglia…lo smog è sicuramente meno nocivo in questo momento.

      • I malati di tumore sono passati in pochi anni da uno su quattro a tre su quattro: in bocca al lupo.
        Se quella che doveva essere Piazza De Gasperi è un aborto di piazza si deve a precedenti amministrazioni che hanno ceduto ai molti negozianti che non avevano mentalità da commercianti ma da bottegai. Infatti lo spazio di quella che doveva essere una bella piazza centrale è stata occupata da due scivoli per parcheggi sotterranei (fortissimamate voluti dai negozianti), il rialzo del Gran Caffè, passato per errore e condonato e quello della Banca popolare di Milano. Perciò di fatto Saronno in centro ha Piazza Libertà da condividere con la Chiesa San Pietro e Paolo. Raccogliersi in preghiera mentre fuori c’è il carnevale o simili non è proprio fattibile!Piazza De Gasperi è semplicemente un obbrobio e qualificarla è difficile, ma non impossibile. Certo l’apertura al traffico è sbagliata.

      • Riuscire a discutere su due problemi diversi e’ proprio difficile?
        Un problema e’ quello degli immigrati.
        Un altro e’ quello della ztl.
        Fare sempre un minestrone delle cose non serve proprio a nulla

      • Sta scherzando vero?mi dice con le macchine che passano su strade con una percorribilità’così’ limitata come si possa andare in bici?Nella nostra città la cultura delle piste ciclabili e’ stata così difficile da proporre ed attuare e ora…..si lascia il centro in balia delle auto….lo trovo assolutamente anacronistico e inaccettabile……anziché conformarci ai modelli evoluti del nord Europa torniamo al caos delle realtà più degradate.

  6. Bastano 3 macchine in ingresso in coda prima del senso unico alternato e quelle in uscita non riescono a entrare in via Micca.

  7. Ci sono due cartelli segnaletici folli! Andate a vedere bene, se non fosse che sono pericolosi ci sarebbe da ridere; da segnalare a Quattroruote.

  8. Che tristezza tornerá ad essere il centro cittá. Prima le auto e poi le persone..

  9. mi piacerebbe che gli pseudo-giornalisti riproponessero lo stesso giro quando sarà aperto, giusto per vedere l’effetto che farà questa sciocchezza colossale. Credo che la Chocoteca ad esempio ringrazierà, deve essere ottima la cioccolata allo smog

  10. Fagioli Fagioli … sarebbe meglio non averle le idee a volte … Vedremo cosa ti inventerai dopo aver congestionato il traffico dove altri erano riusciti a limitarlo … Complimenti !!! Avanti così !!!

  11. tra l’altro nessuno dice che con gli stessi due euro l’ora richiesti in Piazza De Gasperi si parcheggia al coperto per 1h45′ all’autosilos…

    Poveri saronnesi

  12. Questo video mostra ampiamente perché si tratta di una pessima idea, non c’è fisicamente lo spazio, è un imbuto stretto!

  13. Non capisco quale sia il nesso tra auto e “stranieri che non si integrano”???..Perchè mai una maggiore presenza di auto dovrebbe contribuire a rendere più sicura una zona o addirittura aiutare gli “stranieri ” ad integrarsi??!!!…MI pare che a Saronno uno dei problemi principale è riuscire a diminuire le auto che sono ovunque e creano un sacco di smog. Si dovrebbe incentivare l’uso della bici, ma questa scelta va nella direzione opposta.
    Un paese civile, come sono quelli del nord europa, riescono benissimo a offrire ai propri cittaadini aria respirabile e città sicure, chissà perchè a Saronno le due cose sembrano una opposta all’altra??!!

  14. Piazza De Gasperi…
    Povero Alcide, non credo sia contento che gli sia stata intitolata una “non piazza” come quella di Saronno.
    Per chi ha gli occhi e li usa la “non piazza” è un mal combinato guazzabuglio di stradine-vicoletti, sedicenti aiuole e passagi mal percorribili a piedi, poco attraente e quindi dove passa pochissima gente, tanto che i negozi aprono e chiudono in brevissimo tempo.
    La percorribilità è aleatoria anche in bicicletta grazie a buche, grate e quant’altro.
    Le auto attualmente con pass sono troppe, in quanto sono stati rinnovati i pass anche a “non più aventi diritto.”
    Il passeggio di Saronno verte su corso Italia e su via S. Cristoforo, con passaggio da via portici e coinvolgendo un breve tratto di via Padre Luigi Monti: prendiamone atto!!
    La “non piazza” è utilizzata dalle giostre (altro obbrobrio che non so come si possa sopportare) e spesso da nullafacenti che si riuniscono a piccoli gruppi a gustarsi una birra o una sigaretta (tabacco? mah!) o altro, lasciando cocci di bottiglia e sporcizie varie.
    Forse effettivamente aumentare il passaggio in De Gasperi qualcosa potrebbe migliorare, e visto che tanto i pedoni la usano poco non è sbagliato farci passare qualche auto, i cui occupanti una volta posteggiato, aumenteranno le presenze.

Comments are closed.