9 - PH Edio Bison - silighiniSARONNO – “Inizierà il 2 agosto la raccolta firme organizzata dal gruppo “L’Italia che verrà” per chiedere al sindaco leghista Alessandro Fagioli e al prefetto di Varese un controllo circa le autorizzazioni e la regolarità nell’uso dello stabile di Via Grieg impiegato come centro islamico”.

Inizia così un comunicato del movimento politico saronnese fondato da Luciano Silighini Garagnani.

Quello spazio, seppur privato, deve rispettare delle leggi e non solo quelle edilizie bensì quelle della finalità d’utilizzazione. Sia l’arredo che l’uso sempre più chiaro ed evidente non è quello di un centro di divulgazione libraria come dovrebbe essere ma di fatto è una vera e propria moschea.

Lo spazio rispetta la legge Alfano circa l’obbligo di autorizzazione per i luoghi di culto? Se lo hanno nessun problema ma se il permesso non c’è qualcuno deve intervenire. La giunta comunale della Lega e i preti ci sono andati a mangiare senza porsi il problema legale. Chiediamo ai cittadini di Saronno di ogni razza e religione il rispetto delle leggi e se lo spazio di via Grieg non le rispetta deve essere chiuso immediatamente.

19072016

12 Commenti

    • Si, mi sa proprio a te. La legalità va fatta rispettare! Per colpa di voi radicalshik questo paese sprofonderà a breve, traditori della patria!

    • È quello che vorreste voi comunisti, il pensiero unico…ma le coscienze si stanno risvegliando

  1. Silighini è l’unico che pensa davvero ai cittadini e comprende la gravità della situazione . Forza avanti così

  2. Ma Sighilini se vuole togliersi sto dubbio e controllare l’esistenza o meno di un permesso lo sa che è stata istituita la pratica dell’ “Accesso agli Atti” che per altro è gratuita, immediata e si fa comodamente in comune.
    Perché tutto sto casino? Un po’ di pubblicità?

    • Chiara se leggi vedi che ha detto che ha controllato e risulta centro librario non moschea!!! Sveglia!!! Forza Lux!

  3. I ragazzi del Telos dovrebbero convertirsi in massa all’Islam…A siligo gli prende un colpo.

  4. Mi sembra giusto verificare se il centro islamico rispetta le norme di sicurezza e le leggi sulla finalità di utilizzo.
    Questi controlli potrebbero portare a scoprire violazioni.
    Luciano è l’unico che si impegna a far rispettare le leggi vigenti in Italia.

  5. Già alle sue iniziative partecipano 3 persone, se poi le organizza il 2 agosto… Mi sa che stavolta non firma nemmeno lui!

  6. OK, poi andiamo a vedere quante chiese sono perfettamente a norma. In nome della legge, sia chiaro.

Comments are closed.