sangiacomo2 SARONNO – Si rinnoverà lunedì sera alle 21 nella chiesetta tra via Monti e via Legnani l’antica tradizione della festa di San Giacomo. Una celebrazione religiosa con il tradizionale incendio del pallone che darà ai saronnesi anche la possibilità di riscoprire i tesori artistici della chiesetta situata accanto all’oratorio.

Il ritorno di questa tradizione era stato fortamente voluto dall’ex prevosto monsignor Angelo Centemeri ed è stato mantenuto vivo, con impegno e convinzione, anche dal suo successore don Armando Cattaneo: “Fino ad una ventina di anni fa – ha spiegato in diverse occasioni Centemeri – la festa di san Giacomo coinvolgeva tutto il rione c’erano i negozi aperti, una sfilata per le vie del paese e grandi celebrazioni, poi la tradizione si è spenta ma negli ultimi anni abbiamo recuperato almeno il rito religioso”.

Alle 21 infatti si incendierà il pallone, simbolo del martirio del patrono della chiesetta: ”L’incendio del pallone – ha chiarito l’ex prevosto in una delle ultime edizioni in cui ha celebrato la messa – ha antiche tradizioni, la luce e il fuoco rappresentano e celebrano la forza di chi ha subito un martirio”.

(foto d’archivio)

24072016