Logogso RoburSARONNO – Lunedì scorso con la prima riunione dei soci fondatori è nata a Saronno una nuova realtà all’interno del centro sportivo saronnese Robur “Ugo Ronchi” di via Colombo.
La scuola calcio “Asd Gs Robur 1919” è finalmente realtà – spiegano i portavoce – e rappresenterà tutte le categorie non agonistiche del calcio; partendo dagli esordienti andando a scendere fino a pulcini e appunto scuola calcio”. La società anche se appena nata è già pronta alla nuova stagione. I bambini tesserati (già quasi 50 le pre-iscrizioni raccolte dai dirigenti) avranno a loro totale disposizione educatori preparati in materia di scienze della formazione affiancati da allenatori qualificati ed esperti delle categorie.”La scuola calcio – continuano – si pone come fine quello di promuovere principalmente il gioco e il divertimento all’interno di una struttura sicura, attrezzata e all’avanguardia e lo farà avendo un occhio di riguardo per la formazione del bambino sotto il profilo dell’educazione, del rispetto delle regole, dei compagni e dell’avversario dentro e fuori dal campo”.

La società di calcio va ad aggiungersi dunque alle altre attività sportive già esistenti del tennis e del basket. A settembre aprirà anche la campagna tesseramento per i soci destinata a genitori, parenti, amici e tifosi. Chiunque vorrà dare una mano e sostenere il centro sportivo potrà farlo sottoscrivendo una tessera socio tramite una donazione simbolica. Questa innovativa tessera permetterà all’avventore di non essere più un semplice ospite del centro sportivo ma al contrario di esserne a tutti gli effetti parte attiva, potendo usufruire anche dei servizi di bar e ristorazione, ricevere aggiornamenti su feste ed eventi, oltre a numerose altre agevolazioni.Per informazioni sulla scuola calcio è aperta tutti i giorni la segreteria al Centro Sportivo Robur in via Colombo 42. Inoltre è attiva la mail della scuola calcio: [email protected]

I dirigenti fanno sapere che presto farà la sua comparsa anche un nuovo sito interamente dedicato a tutte le attività sportive del centro, dove chiunque potrà vivere al 100% la realtà sportiva della nuova famiglia Robur.

25072016

16 Commenti

  1. Un altro “logo” che lascia il tempo che trova. Perché non riprendere il vecchio stemma della Robur?? O è di quell’altra Robur????

    • Abbiamo voluto dare una “ventata di freschezza”. Il vecchio logo (storico e bellissimo) è di proprietà degli stessi fondatori di questa nuova Scuola Calcio.

      Ci sono state numerose riunioni per la scelta del logo stesso, doveva essere qualcosa di rappresentativo per i nostri bambini, o come amano chiamarli i nostri educatori… i piccoli grandi leoni.

      Abbiamo dunque deciso di tenere rigorosamente i colori sociali, e sostituire lo storico scudo crociato (che comunque riapparirà spesso nei nostri eventi in una versione restyling)con l’immagine di un leone. Può piacere, come può non piacere, giustamente.

      Ma il cambio di logo è stato voluto per questo motivo.
      Scuola calcio nuova, logo nuovo, spirito e voglia di fare di sempre.

      Saluti.

      • Sig. Mangiafico come mai non è rimasto in quelli della Saronno Robur?
        Il sig. Nocera insegna…dove tira il vento…si sposta la vela?

        • Mi è stata proposta una sfida emozionante e difficile. era impossibile dire di no. Ho lascito a malincuore la Saronno Robur di cui sono tifoso da sempre, come lo sono di tutte le squdre saronnesi di calcio e non! Saluti.

  2. È la tanto sbandierata scuola calcio FIGC, di chi è di Bene ( Saronno Robur ) o del Prevosto ( Robur Saronno) …….. Che confosiun

  3. Ma invece di zabettare sparlando della mitica Robur andate a chiedere non vi mangia nessuno.
    Il Presidente Bene è occupato a portare la sua società più in alto possibile e tutti noi ( vi garantisco che siamo tanti) lo sosterremo e vedrete che qualcosa di buono arriva.
    Fate parte di altre realtà calcistiche?
    Bene !! Pensate alla vostra senza mettere zizzania perché che vi piaccia o no noi ÇI SIAMO e di certo non ci fermerete voi.
    Avanti Saronno Robur !!!

  4. Il logo è un dettaglio, anche se a me, vecchio oratoriano e roburino, fa piacere apprendere che il vecchio logo è ancora, lasciatemelo dire, “proprietà ” dell’Oratorio. È decisivo, comunque, che il logo contenga la parola “Robur”, parola latina, che significa: forza, solidità, energia.
    Noi ragazzi degli anni Cinquanta (ora nonni), oratoriani e roburini, avevamo un motto a cui tendere: forti, lieti, leali, generosi.
    Simone Mangiafico, parlando di “sfida emozionante”, ha centrato il problema: deve ora continuare con gli attuali ragazzi lo spirito di allora, che non risale solo al 1919 (anno di fondazione della Robur), ma addirittura al 1882 (anno di istituzione dell’Oratorio).

  5. Sinceramente non ci sto capendo niente, mi meraviglio di persone che hanno detto una cosa e ne vedo altre, forse non e’ finita ci saranno altre novita? Chissa’ ? Intanto per non sbagliare mio nipote lo porto all’Amor li e’ un’isola felice. Auguri a tutti e smettetela di farvi del male non serve a nulla solo a peggiorare le cose gia’ molto traballanti .

Comments are closed.