CARONNO PERTUSELLA – Marco Gaburro si è ritrovato “retrocesso” senza neppure giocare una partita, ma fa buon viso a cattivo gioco: il nuovo allenatore della Caronnese in pochi giorni ha visto sfumare il sogno della Lega Pro, la società ha rinunciato alla promozione dopo avere vinto i playoff, e resterà in serie D.

mister gaburro caronnese

Va bene lo stesso – ha rimarcato il mister alla presentazione ufficiale della squadra, martedì mattina al centro sportivo di Cesate – Io ero pronto ad entrambe le eventualità. La società mi ha chiesto di fare crescere i giovani e di assicurare del bel gioco”. Riguardo ai gironi, il B potrebbe essere davvero proibitivo, pieno di “big”, dal Varese al Legnano alla Pro Patria; mentre il girone A piemontese-ligure, da quale la Caronnese proviene, potrebbe rivelarsi decisamente più abbordabile:”Non fa differenza in qualche saremo inseriti, dobbiamo comunque provare a vincere. I giocatori riconfermati conoscono già bene la realtà del girone A, comunque sia anche nel B prenderemo in fretta le misure”. Ma intanto si pensa al primissimo impegno, il 31 luglio a Matera contro la locale formazione di Lega Pro, per la Tim cup, la Coppa Italia,”impegno di certo non facile, mi attendo comunque qualche buon segnale” ha detto Gaburro.

26072016

1 commento

  1. il girone è indifferente… tanto più in là della serie D non si andrà mai, per scelta.

Comments are closed.