CERIANO LAGHETTO – Una passeggiata nel Parco Groane ed ecco cosa è spuntata: non è la casa di Robinson Crusoe ma il capanno costruito da alcuni spacciatori di droga, che lì aspettavano i loro clienti.

dante cattaneo capanno spacciatori

Lo ha trovato il sindaco di Ceriano Laghetto, il leghista Dante Cattaneo, che ormai da tempo ha ingaggiato una vera e propria guerra con i pusher, solitamente nordafricani, che sono soliti posizionarsi nell’area naturalistica in attesa di clientela ed il cui andirivieni ha reso insicure anche stazioni e treni della linea Saronno-Seregno. Dall’input di Cattaneo, nei boschi attorno al paese si susseguono i controlli, di polizia locale, volontari, forze dell’ordine, che spesso vedono lo stesso sindaco in primissima linea.”La capanna? Non è un caso isolato – rileva il primo cittadino – anzi è una delle innumerevoli capanne degli spacciatori magrebini nel Parco delle Groane. Viviamo il Parco? Sì, chiedendo il permesso a spacciatori e tossici. Non dimentichiamo nomi, cognomi e volti di chi sta distruggendo l’Italia”.

29072016

6 Commenti

  1. È una dura battaglia ma il sindaco di Ceriano ce la mette tutta. Mi picerebbe vedere quello di Saronno impegnarsi allo stesso modo contro il degrado in città.

  2. Cattaneo é mille spanne sopra Fagioli.
    Caro Maroni e caro Salvini, la prossima volta candidatelo a Saronno per favore.

  3. è possibile fare il cambio di sindaco per 6 mesi, fagioli a ceriano e Cattaneo a Saronno ……forse i Cerisnesi non sarebbero d’accordo…. chissà perchè?

  4. In politica, quando bisogna eleggere qualcuno, la gente ha mille aspettative e fiducia a chi dà il proprio voto, peccato che a volte o spesso, le aspettative vengono dusilluse. In Italia spesso ciò avviene. Bisogna sempre giudicare i risultati. Spero sempre che se uno va spesso ciò giornali locali, lo faccia per testimoniare il proprio operato e che non sia solo il suo “voler apparire”. Speriamo!

Comments are closed.