orologio comune uboldoUBOLDO – “Noi ci opporremo con tutti gli strumenti che lo statuto comunale e la legge ci mette a disposizione e siamo lieti che anche gli altri gruppi di opposizione abbiano manifestato in maniera convinta la loro contrarietà al progetto ipotizzato dall’assessore Pizzi. Progetto Per Uboldo – CentroSinistraUnito sta pensando di promuovere una petizione o una raccolta firme per far sì che le “idee” dell’amministrazione comunale rimangano tali”. Così le opposizioni tornano sull’argomento dello spostamento del monumento ai caduti, paventato dall’amministrazione comunale. “In questa iniziativa confidiamo di trovare al nostro fianco anche le altre forze politiche, rappresentate o meno all’interno del Consiglio Comunale, e la società civile. Tutti insieme possiamo evitare quello che sarebbe un enorme sfregio per la nostra Uboldo e per la nostra storia, e tutti i gruppo consiliari di opposizione sono d’accordo. Noi siamo assolutamente contrari allo spostamento del Monumento ai Caduti dal luogo dove si trova da ben 93 anni. E’ vero, oggi le cose sono cambiate. Ma è pur vero che la posizione attuale è la più centrale possibile. Davanti alla Chiesa Parrocchiale, all’Oratorio, al Cinema-Teatro, alla Biblioteca Civica, all’Ufficio Postale, al Parco dove si trovano le Scuole Elementari e Medie e al crocevia di strade più trafficato del paese. E allora perché pensare di spostarlo? Che fastidio dà in quella posizione? Perché spendere dei soldi per un intervento inutile? Per portarlo in zona Cimitero, una zona meno centrale? Noi siamo assolutamente contrari. Chiediamo che i soldi necessari allo spostamento del monumento vengano utilizzati per opere più utili alla cittadinanza”.

04082016

10 Commenti

  1. Fratello Guzzetti sposterà di brutto il monumento perché è trooooppo giusto e voi avete perso alle elezioni.
    Fratello Guzzetti the King of Uboldo, trooooppo trooooppo giusto.

  2. Sottoscrivo l’idea di una raccolta firme e, se necessario, di richiedere un referendum in merito alla questione.
    Emergerebbe chiaramente che gli uboldesi più che il monumento ormai sentono la necessità di rimuovere Guzzetti e Pizzi.

    P.S.:
    come dire … quasi ci mancava il commento, al solito profondo e illuminante, di (del) Fratello (di) Guzzetti.
    Dura dirlo ma quasi fa rimpiangere il barone rosso …

  3. Ahahah ahahahah
    Bellissima la filastrocca de “Il Contrafsiolo” postata alla notizia precedente!
    Invito gli uboldesi a leggerla.
    Complimenti! In poche righe ironiche un sunto della realtà uboldese!
    Ma questo ultras anonimo di Guzzetti (sopra) non ha commenti più intelligenti da fare?
    Il solito disco rotto del “trooooppo giustoooo”.
    Curioso poi che commenti sempre per primo appena viene pubblicata una notizia…

  4. Referendum per lasciare il monumento dov’è sempre stato.
    Referendum per rimandare Guzzetti dov’è sempre stato: a casa !!!!
    Una domanda: ma quando finiranno grandi opere (inutili!) nella via del Cimitero?!?
    Disagio, disagio e ancora disagio senza che si veda una fine.
    Un’altra domanda: ma il sindaco non si vantava di dover riqualificare e sistemare tutta la Bustese/Saronnese (via IV Novenbre)???
    È ridotta ad un colabrodo e fa schifo!!!
    Complimenti Sindaco! Ottimo lavoro!!!!
    Guzzetti: ancora una volta troppo poco e troppo tardi.
    Ciao

  5. Faccio una premessa: non sono a priori contrario alle decisioni di questa Amministrazione.
    Non sono però d’accordo con questo progetto (e spesso … quasi sempre … ultimamente mi capita di dissentire da scelte “folli” ed incomprensibili di questa giunta).
    Chi aveva posto quel monumento in quella posizione quasi 100 anni fa lo aveva fatto con una logica ed un criterio.
    Quello che sembra non esserci proprio nelle idee confuse dell’assessore Pizzi e del sindaco Guzzetti.
    Casomai si dovrebbe pensare di valorizzare in qualche modo la presenza del monumento nell’attuale dislocazione.
    Ma questo è ben diverso da rimuovere il tutto e ripartire da zero. Questo modo di operare, purtroppo, è tipico di chi non sa fare o di chi non ha alcuna idea.
    Saluti,
    A.Bernasconi

  6. Fratello….dai su’, già sappiamo…
    Dai prendi un euro e vai a comperarti un ghiacciolo all’oratorio….
    Ciao ne’!
    O #ciaone se preferisci

  7. Gentile Redazione,
    per carattere e per deformazione professionale (anche se ormai sono pensionato) sono molto puntiglioso e preciso.
    Ho notato che i commenti di alcuni lettori (per lo meno i miei!) vengono pubblicati il giorno successivo o addirittura dopo due giorni (quanto meno dopo che la notizia è “invecchiata”) e talora (come ho dovuto fare nel commento che ho postato ieri) dopo un sollecito alla Redazione stessa.
    I commenti illuminati e illuminanti dell’anonimo favorevole a Guzzetti (l’unico peraltro!) per primi ed addirittura appena dopo che la notizia viene pubblicata … (se non quasi in contemporanea).
    Questo è strano e, in un certo senso inquietante.
    C’è una spiegazione logica?
    Personalmente sono portato a diffidare. Temo di sbagliarmi.
    Continuerò nella mia osservazione. Sperando di essere pubblicato anche con questo messaggio.
    Saluti
    A. Bernasconi

    • Abbiamo debitamente spiegato in un articolo che ha il link ben visibile in home page che siamo in edizione estiva e che per questo i commenti vengono moderati più lentamente. Nessuna malizia, semplici vacanze per gran parte della redazione.
      Sarà Giudici

  8. Concordo col Sig. Bernasconi,
    Indipendentemente dal periodo di ferie, da tempo la Redazione mostra evidenti segni di accondiscendenza nei confronti di una persona che non perde occasione per mostrarsi maleducato e forse convinto di poter gestire la “cosa pubblica” con i metodi del Palio.
    Sul “fratello” a differenza del Bernasconi, non voglio spender parola, in quanto si tratta di un evidente disturbatore (o troll come qualcuno l’ha definito).
    Concludendo, se siamo in malafede solo voi potete saperlo, ma…insomma…non è che abbiamo proprio l’anello al naso….
    Serene vacanze a tutta la Redazione!

  9. Ma quando se ne va in vacanza il Guzzetti e i suoi fratelli, almeno non combina disastri!

Comments are closed.