maria chiara gadda a expoSARONNESE – “Sono contenta di essere relatrice di una proposta di legge importante a prima firma del presidente Realacci, che riguarda la salute dei cittadini e anche dell’ambiente” Così Maria Chiara Gadda, deputata varesina che esprime la propria soddisfazione per il disegno di legge per calcolare l’impatto dei cosmetici al mare.

“È fondamentale che quando acquistiamo i prodotti cosmetici, i solari, i prodotti da risciacquo, si possa farlo con consapevolezza e con informazioni precise e ben scritte sulla confezione, relativamente alla dermocompatibilità dei prodotti e anche all’impatto nei confronti delle acque, della flora e della fauna” dice ancora Gadda, che prosegue: “Le autocertificazioni non bastano, serve una garanzia maggiore che solo un marchio ben delineato può garantire. Il primo passaggio in commissione è stato fatto, ora lavoriamo per il voto finale in tempi rapidi”.

“Ogni giorno usiamo enormi quantità di prodotti per la cosmesi, tra creme, detergenti, lozioni per il corpo e trucchi, ma nel nostro Paese non c’è normativa che preveda di misurare cosa e quanto finisce nell’ambiente, fiumi e mari innanzitutto” ha detto il relatore Ermete Relacci. “Per colmare questa lacuna è nata, grazie anche alla collaborazione con la Skineco, la proposta di legge sulla cosmesi sostenibile. Si tratta di un provvedimento che va in direzione di una maggiore tutela dell’ambiente, della pelle e della salute, di una maggiore trasparenza verso i consumatori e che ci mette al passo con i paesi più avanzati dall’Ue”.

12082016

1 commento

Comments are closed.