SARONNO – “Andare in chiesa? Meglio bersi una birra!” Parola di chi ha avuto un prozio Papa. Questa l’ultima “provocazione” di Luciano Silighini Garagnani, vulcanico politico saronnese e fondatore del movimento “L’Italia che verrà”.

19062015 ramadan saronno centro culturale islamico (5)

A fare arrabbiare Silighini l’omaggio del prevosto, monsignor Armando Cattaneo, al centro islamico saronnese, e cioè quel lampadario che il don ha voluto offrire ai responsabili della struttura di via Grieg.“Se i denari delle offerte alla chiesa poi vengono spesi in simili regali, allora dico che è meglio spenderseli per una birra estiva. Dunque più opere di bene, e se proprio dobbiamo spendere diversamente i nostri soldi, siano al limite spesi a favore dei nostrani birrifici, almeno contribuiremo a fare girare l’economia!” la battuta di Silighini, che negli ultimi tempi è tornato a richiedere chiarimenti al Comune riguardo al complesso di via Grieg dove si è trasferito il locale centro islamico.

(foto archivio: la struttura di via Grieg)

17082016

10 Commenti

  1. Buon senso ed equilibrio nel esporre le proprie idee no? Il fatto che sei un politico non ti da’diritto di dire ciò che passa per la testa, e non bisognerebbe neanche dargli tanti spazio a questo signore. Certamente se io da Cattolica andassi nei paesi mussulmani per esempio, non mi sarebbe data tanto la possibilità di praticare la mia religione. Siamo in un paese, che dovrebbe essere civile, quindi civilmente ti do’la possibilità di pregare il tuo Dio, ma rimane comunque chiaro, che in Italia la religione di maggioranza è cattolica, quindi chiunque vuole vivere in Italia, se vuole starci deve rispettare, e dico rispettare le usanze del paese. Io non vado a imporre a loro le nostre usanze! Se non ti sta bene, torna al tuo paese.

    • Mi scusi Gio’ in realtà la Repubblica attraverso la Costituzione garantisce a Lei come ai credenti di altre Religioni il diritto di professare la propria Fede, il discorso maggioranza/minoranza non conta nulla nell’impianto costituzionale, poi personalmente il suo assunto sulla maggioranza cattolica è opinabile… la maggioranza magari è battezzata ma non è la stessa cosa.
      Io da non credente rispetto tutte le religioni è la pretesa di far passare la Repubblica per confessionale che mi infastidisce parecchio.

  2. difatti la chiesa strizza l’ occhio ai musulmani : bene la chiesa non fa piu’ per me!!!!
    se penso che i soldi raccolti con le offerte sono usati per regalare lampadari da chi e’ sovvenzionato dai Paesi ricchi del Golfo altamente democratici vi viene un nervoso!!

  3. Ebbasta, riletto e allora??? Ciò non toglie che dare spazio a un politico estremista di dire ciò che gli passa per la testa… Non è giusto. O meglio Strumentalizzare argomenti per fomentare gli animi; infatti la costituzione garantisce in Italia di praticare la propria religione per tutte le religioni esistenti al mondo, peccato che sono gli altri di altre religioni, che vogliono imporre le proprie regole, tipo la rimozione del crocefisso dalle scuole pubbliche. Io rispetto loro e chiedo di essere rispettata. Ogniuno è libero di far quel che vuole,anche di essere Ateo nel rispetto reciproco, senza rompimenti…

  4. Concordo…infatti alla chiesa non do più l’offerta durante la Santa Messa, inoltre ho chiesto al mio commercialista di non destinare l’otto per mille alla chiesa…

Comments are closed.