serata rete 4 a lazzate con andrea monti (1)LAZZATE – “Premetto che sono in linea di massima insofferente rispetto ai divieti, soprattutto quando regolano i costumi, però mi turbano queste parole, dette da una giovane ragazza in merito al divieto del burkini:”si va a incidere negativamente sulla libertà coloro che hanno deciso di optare per un costume morigerato”. Ma può uno strumento di costrizione, com’è sicuramente una muta per fare il bagno ad agosto, essere inteso come conquista di libertà?”

Inizia così l’intervento di Andrea Monti, assessore comunale di Lazzate ed esponente provinciale della Lega Nord, su quello che è il tema del momento.

Siamo sicuri sia semplice rispetto delle tradizioni, peraltro molto poco popolari? Se una donna decidesse di tornare ad indossare una cintura di castità, come libera scelta, potrebbe essere considerata una scelta di libertà? Io vorrei che quella ragazza si togliesse il burkini, senza bisogno di uno stupido divieto. Ecco, quella sarebbe per me libertà.

Su il tema del burkini, su ilSaronno anche l’intervento dell’europarlamentare locale Lara Comi.

20082016