alberto paleardiSARONNO – Per il torrente Lura un’estate in secca,”ma cosa stanno facendo le istituzioni?” La domanda viene da Alberto Paleardi, già membro come rappresentante saronnese del consiglio d’amministrazione del consorzio Parco Lura. E’ lui che si rende portavoce del disagio di tanti concittadini nel vedere il tratto urbano del torrente quasi costantemente privo d’acqua, e con la siccità è scomparsa anche la vita, pesci e qualche anatra, che negli anni scorsi era tornata ad affacciarsi.

“Il Lura – esordisce Paleardi – è un torrente che ha una fragilità funzionale estrema quindi anche un piccolo intoppo alla suo funzionamento può creare dei problemi. Qui, forse, il problema non deriva da un piccolo intervento ma da un grosso intervento che potrebbe avere modificato la funzionalità del torrente stesso. Consideriamo che nel tratto comasco l’acqua non manca mai, o quasi”.

Prosegue Paleardi

In sostanza, l’unico affluente del torrente era ed è lo scarico proveniente dal depuratore di Bulgarograsso. Orbene, come certificano i dati dei gestori del depuratore di Bulgarograsso, se quest’anno come l’anno scorso l’acqua pulita in uscita dal depuratore è sempre rimasta la stessa rispetto al passato, non si capisce minimamente come mai non arrivi più a Saronno! Che fare, dunque? In primis sistemare la funzionalità del torrente poi dare seguito alla serie di studi fatti nel passato che individuano una serie di interventi che potrebbero permettere di avere più acqua nel torrente a monte del depuratore Bulgarograsso e quindi tutto sommato mantenere la continuità fluviale che ad oggi manca.

Ma per raggiungere tale obiettivo, come rileva l’esperto saronnese,”occorre che le autorità competenti si diano una mossa passando dalle fasi teoriche alla pratica e su questo sono abbastanza perplesso, visto il passato anche recente”.

23082016

11 Commenti

  1. Sarebbe già interessante se menzionasse quali siano queste “autorità competenti”, giusto per informazione…

  2. e siamo di nuovo alla stupidaggine di dare la colpa a Pedemontana…non gli basta aver fatto spendere soldi per la gronda e per le vasche di laminazione???

    Associazioni ambientaliste prezzolate, direi

    • Sará utile la tua Pedemontana voluta dai tuoi amici della Lega Nord: non la prende nessuno: gli unici che ci entrano sono che vengono ingannati dai cartelli messi ad arte per fregare la gente.
      La tangenzialina di Varese é sempre vuota.
      Fateve una ragione, da Malpensa in poi, voi siete quelli delle opere inutili.

  3. E dopo le “terrorizzanti” scritte su un muro arriva Paleardi massima espressione del Pd saronnese con il Lura, che e’ in secca perché e’ un torrente e siamo ad agosto come naturalmente succede….
    Ok siamo ad Agosto e da scrivere c’è poco ma così si esagera…. Aspettiamo una dichiarazione di Silighini e poi come sempre IlSaronno ha fatto il consueto circo.

  4. Prossimo articolo sui vecchietti che guardano i cantieri…..solo che quelli sono pensionati e non disoccupati come il piddino…

    • Ehi, calma con i vecchietti qui che a vedere i cantieri fino a che non trovo un altro lavoro ci sono anche io che di anni ne ho 40

  5. Che un torrente come il Lura possa andare in secca ad agosto è perfettamente normale, eppure qui molti dimenticano che in anni precedenti al 2015 e in estati molto più calde e meno piovose, di acqua a Saronno ce n’è sempre stata. Se devo essere sincero non ricordo particolari secche.
    Quindi è evidente che qualcosa è cambiato, come è altrettanto evidente che l’anno scorso la secca è stata improvvisa e in un momento in cui l’acqua c’era. Prova ne è che sono morti tantissimi pesci, letteralmente sorpresi dalla secca, in quanto normalmente i pesci percepiscono la variazione di livello e cercano dei punti con maggiore acqua. Eppure qualcuno continua a sostenere che sia normale la situazione attuale, eppure guardando allo storico e ai dati tanto normale non appare. Senza voler necessariamente accusare nessuno è ovvio che se lo strato impermeabile del torrente è stato danneggiato in un punto (scavando o con il passaggio di mezzi pesanti), per motivi fisici, in presenza di bassa portata l’acqua tende a percolare in profondità ed ecco spiegato perché fino a un certo punto c’è acqua e poi no. Ora basta rispondere alla domanda chi ha scavato o lavorato nell’alveo del Lura? Se lo strato impermeabile è stato danneggiato perché non intervenire?

    • pensa che in anni non tanto lontani si pensava di farne una pista (ciclabile o meno) proprio perché l’acqua era assai scarsa.

      Quando c’era l’acqua, erano gli scarichi industriali, adesso le aziende non ci sono più e si evidenzia la secca.
      Mi spiegate come fa il Lura in un regime di scarsissime precipitazioni ad avere acqua?? non nasce certo da un lago…suvvia

      • Alt… senza andare troppo indietro, gli scarichi industriali non ci sono più. Si sa che il Lura nasce dagli scarichi dei depuratori, ma ciò non toglie che il lavoro di recupero fatto è stato buono, visto la popolazione di pesci che ad esempio è tornata nel torrente, peccato andare a distruggere tutto come è stato fatto l’anno scorso.

  6. Il lura è ancora a secco…però io ho visto tanti, tantissimi topi ( oserei dire pantegane ) scorazzare felici…che schifo!!!

  7. “FAGIOLI DIMETTITI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!”
    “GIUNTA INCOMPETENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!”
    “DIMISSIONI SUBITO PER IL BENE DI SARONNO!!!!!!!!!!!!!!!”

    …ma per favore…

Comments are closed.