25082016 hacker sito avisSARONNO – Una schermata nera con le scritte “questo sito è stato hackerato” e “l’Islam è la sola religione” unite ad una serie di foto cruente di morti e feriti è comparsa ieri sulla home page del sito dell’Avis di Saronno.

A segnalare la sparizione della bella pagina biancaceleste della casa virtuale dell’associazione alcuni utenti che hanno avvisato i responsabili del sodalizio che si sono messi subito all’opera partendo da una segnalazione alla polizia postale.

Tempestiva anche la comunicazione a soci e iscritti che raggiunti da un messaggio sulla pagina Facebook. Disagi comunque molto contenuto visto che ad essere interessata dall’attacco è stata solo l’homepage e che tutte le altre pagine erano navigabili.

Per quanto concerne la home all’apertura partiva anche un file audio con una preghiera in arabo. A completare il quadro una serie di immagini cruente di morti e feriti che scorrevano nella parte bassa dello schermo.

L’intervento dei responsabili è stato rapidissimo ed in meno di 24 ore il funebre annuncio insieme alle cruente immagini sono sparite facendo tornare l’homepage del sodalizio. I responsabili dell’Avis Saronno hanno informato i propri iscritti, attraverso Facebook, sia dell’avvenuto blitz ai danni della propria casa virtuale sia della tempestiva risoluzione del problema.

Nell’aprile 2013 ad essere preso di mira era stato il sito delle associazioni saronnesi creato dall’Amministrazione comunale del sindaco Luciano Porro. Il pirata informatico Naruto aveva violato la sicurezza del sito presentandosi come un “moroccan hacker”. In quel caso la home page era stata sostituita da una pagina nera con un logo con leoni e scritte in arabo e l’attivazione di un mp3 musicale. Nel novembre scorso ad essere preso di mira era stato il sito della scuola media Leonardo da Vinci. 

(foto l’immagine comparsa sul sito Avis da cui abbiamo tolto le immagini cruente)

26082016

4 Commenti

  1. delle bravate precedenti non c’è stato alcun riscontro penale, inutile la polizia postale.

    Vorrei capire i criteri di sicurezza adottati dall’Avis…perché negli altri casi dire debole é dire già tanto.

    Non cercate in Marocco ma tra qualche sciamannato hacker nostrano

  2. Stop the budhist terror.
    Questo non è un hacker, è un matto invasato. Ci vuole un TSO.

Comments are closed.