ritardi trenord (4)SARONNO – Trenord augura un buon anno scolastico ai suoi giovani clienti con vantaggiose agevolazioni dedicate agli studenti. Anche quest’anno acquistare e rinnovare l’abbonamento ferroviario online è semplice e veloce grazie all’e-Store, comodamente raggiungibile dal proprio computer o dallo smartphone, senza passare dalla biglietteria.

Gli studenti che si abboneranno verranno accolti con un piccolo segno di benvenuto: un righello per la scuola con il messaggio “Viaggiando si impara”, un ringraziamento per chi ha scelto la mobilità veloce, economica e green del viaggio in treno con Trenord.
L’omaggio è dedicato agli studenti tra gli 11 e i 26 anni compiuti che acquisteranno o rinnoveranno l’abbonamento presso le biglietterie Trenord.

Agevolazioni per studenti

Facilitazioni per gli studenti e le loro famiglie con «Io Viaggio in famiglia» che vale uno sconto del 20% sull’abbonamento del secondo figlio e la gratuità per gli abbonamenti dal terzo figlio in poi. L’agevolazione è valida per le famiglie che acquistano abbonamenti mensili (Trenord, Malpensa Express, TrenoCittà, Io Viaggio Ovunque in Provincia/Lombardia), trimestrali (Io Viaggio Ovunque in Lombardia) o annuali (Trenord, Malpensa Express, Io Viaggio Ovunque in Lombardia). Lo sconto è applicabile su abbonamenti con la stessa validità temporale.
Si ricorda inoltre che bambini e ragazzi, di età compresa fra i 4 e i 14 anni non compiuti, viaggiano in treno con uno sconto del 50%. Questa agevolazione è valida solo per i biglietti.

Acquisto e rinnovo abbonamenti
Gli studenti che si preparano a tornare sui banchi di scuola possono acquistare e rinnovare il proprio abbonamento online, con un click, tramite l’e-Store di Trenord. Il rinnovo dell’abbonamento è facile e veloce anche tramite l’App Trenord, gratuita e disponibile per sistemi iOs e Android. Gli abbonamenti sono in vendita anche presso biglietterie, rivenditori autorizzati, distributori automatici, alcuni sportelli Bancomat convezionati (solo per rinnovi) e Home Banking Intesa Sanpaolo (solo per rinnovi).
Una volta effettuato l’acquisto è sufficiente attivare l’abbonamento, prima di salire a bordo treno, presso la stazione specificata al momento dell’acquisto (tramite un tornello o una convalidatrice).

Agevolazioni per comitive scolastiche
A comitive scolastiche di almeno 10 persone delle scuole dell’infanzia, primaria, secondari di primo e secondo grado, Trenord offre sconti sul costo del viaggio e sull’ingresso di attrattive storiche e culturali in Lombardia, raggiungibili facilmente in treno e ideali per le gite di istruzione. Trenord mette, inoltre, a disposizione dei gruppi scolastici un servizio dedicato a supporto dell’organizzazione di viaggi in tutta la Lombardia. All’ufficio dedicato è possibile richiedere anche preventivi personalizzati per i viaggi in gruppo. Per maggiori informazioni: Contact Center Trenord 02-72.49.49.49 (apertura lunedì-venerdì dalle 7 alle 21; sabato, domenica e festivi dalle 8 alle 19.30) e-mail: [email protected] o sul sito di Trenord, nelle pagine dedicate ai gruppi.

Maggiori informazioni sui servizi, le offerte e le iniziative di Trenord su www.trenord.it

9 Commenti

  1. Ho appena fatto il primo abbonamento a mio figlio che ha 14 anni, ma non mi hanno regalato un tubo….

  2. L’unico vantaggio che il personale incompetente di trenord sarebbe solo quello di garantire la sicurezza delle persone facendo salire solo le persone con il biglietto. Ma visto che questi incompetenti pensano solo alle divise del calcetto e allo spettacolo al Giuditta pasta,sarà difficile avere dei confort Maggiori. Ora scrivete che vi impegnate tutti per migliorare il servizio è dare il.massimi per garantire un viaggi pulito e puntuale a chi vi paga lo stipendio.

    • Innanzitutto lei come si permette di insultare in questo modo persone che lavorano e fanno turni massacranti. Si svegli lei alle 3 di notte, o vada a letto alle 2 e per interi weekend sacrifichi la sua famiglia…e poi quando svolge il suo lavoro non credo che rischia che qualcuno le possa tagliare un braccio con un machete. Quindi se la prenda con il governo e la magistratura che non tutela i cittadini e non applica le pene. Cosa devono fare i controllori?: fermare il treno per le solite risorse e far ritardare gli altri 500 con il biglietto per poi aspettare le forze dell’ordine che oltre a una denuncia a piede libero non possono dare e rilasciare sanzioni che non verranno mai pagate?!! Visto che lei è così bravo mi dia delle soluzioni professorone. Perché voi cittadini non vi unite e lo sbattete voi giù dal treno chi non paga il biglietto al posto che nascondervi dietro il vostro smartphone. Perché è inutile continuare ad aspettare che siano gli altri a fare le cose per voi, bisogna iniziare ad agire in modo autonomo tra cittadini, lo Stato non ci tutela.

      • Bene che ha risposto, la ringrazio ,non serve a nulla dire che fa turni massacranti perché se ha accettato il lavoro sapeva che lo stipendio sarebbe stato quello è che i turni sarebbero stati quelli. Pertanto non si lamenti oppure cambi lavoro. La soluzione sarebbe semplice ma bisogna avere voglia di fare:la persona non ha il biglietto allora si fa scendere,ma prima si avvisa la polfer che ci potrebbe essere un problema è si esegue tutto in arrivo alla prima stazione. Così lei sarà protetto le assicuro che a me interessa che lei possa lavorare in sicurezza” e il solito straniero venga accompagnato giù dal treno. Credo che chi come lei voglia lavorare bene e non sia messo in condizioni di farlo in questo momento ne soffra,e credo che chi prende i mezzi e si interfaccia con voi che volente o nolente siete l’immagine dell’azienda non sia soddisfatto. La strada è una applicare le regole senza sconti!. Grazie ancora di aver risposto.

        • Lei forse non sa quante volte vengono fermati i treni per far scendere le risorse senza biglietto, infatti poi il treno resta fermo 1 ora in stazione ad aspettare la polfer (quando viene) e facendo ritardare le altre 500 persone che magari fanno tardi a lavoro. Bisogna trovare un altra soluzione. Ci vuole un presidio fisso anche a Saronno. Ci vogliono i militari sui treni. Comunque io non lavoro per trenord, sono un semplice pendolare.

  3. Non mi risulta ci siano sconti per studenti.
    Sarebbe l’unica misura veramente grsditi

  4. Più che un articolo di informazione, una bella pubblicità gratuita per Trenord! Di cosa stiamo parlando? La decantata app dello Store online funziona male e con la tessera ioviaggio non è nemmeno abilitata agli abbonamenti settimanali. In cerca di chiarimenti, lo staff allo sportello mi ha risposto scocciato: “Con una tessera gratuita cosa pretende di più??”. Per non parlare del personale addetto al controllo dei biglietti: pronti a inveire su ogni brava persona che paga da anni costosi abbonamenti e non paga il misero supplemento della pseudo prima classe, per poi far finta di non vedere i furboni che ai tornelli di Cadorna si accodano alle persone per uscire senza biglietto o per ignorare tutti gli extracomunitari che viaggiano indisturbati. Perché dovrei aiutare io il controllore come cittadino? Pago un servizio, che ci pensi Trenord a mettere guardie di supporto ai controllori!!!

Comments are closed.