CERIANO LAGHETTO – Avviata a poche ore dalla tragedia del terremoto in Centro Italia, continua in questi giorni la raccolta di materiali e generi di prima necessità, non alimentari, avviata da Ceriano Laghetto grazie all’iniziativa congiunta dell’Amministrazione comunale, della parrocchia, di Pro loco e associazione “Massimo Brioschi”.”Abbiamo già recuperato parecchio materiale, ora ci concentriamo soprattutto sull’abbigliamento invernale per adulti e anziani, sui prodotti per l’igiene personale, su materiale e attrezzature da lavoro e, ultimamente, c’è una richiesta specifica anche di stivali di gomma” spiega l’assessore alla Protezione civile, Antonio Magnani, che sta seguendo da vicino l’iniziativa.

prociv-ceriano-pro-terremotati

“Siamo in contatto con le prefetture di Rieti e di Ascoli Piceno e alla fine di questa settimana faremo un inventario del materiale raccolto per concordare giorno e luogo della consegna, che effettueremo direttamente” aggiunge Magnani, rinnovando l’invito a chiunque volesse contribuire. La raccolta prosegue tutte le sere, dalle 17 alle 19 e dalle 21 alle 22.30 in via Cadorna 10 grazie ai volontari. Intanto, nella serata della festa patronale, il Centro diurno terza età “Villa Rita” ha proposto la preparazione dell'”amatriciana solidale”, preparando ben 150 piatti della ricetta di pasta nata ad Amatrice, uno dei comuni più danneggiati dal sisma.”Molta gente ha apprezzato questa iniziativa e ha voluto unirsi a noi, in una serata di festa, per contribuire all’aiuto ai terremotati” dice Loretta Cedrini, presidente dell’associazione. Il ricavato delle offerte per i piatti di pasta, che è stato arrotondato a 1000 euro dalla stessa associazione che ha deciso di destinare l’intero guadagno della serata, è stato infatti interamente devoluto alla raccolta fondi in favore delle popolazioni colpite dal terremoto.

13092016