SARONNO – Passaggio di consegne, ieri, alla Guardia di finanza di Saronno dove il tenente Marco Velonà ha ceduto il comando al capitano Adriano Celentano, tra l’altro sancendo il passaggio da tenenza a Compagnia del distaccamento locale delle Fiamme gialle.

da-sinistra-adriano-celentano-e-marco-velona

In un comunicato della Gdf si ricorda che “dopo oltre tre anni di intenso lavoro il tenente Marco Velonà lascia il comando della neo- istituita Compagnia di Saronno al capitano Adriano Celentano. Il capitano Celentano è dunque adesso il nuovo comandante della Compagnia Guardia di Finanza di Saronno”. Prosegue il comunicato:”Per il tenente Marco Velonà, che a breve indosserà i gradi per la promozione a capitano, sono stati tre anni di intenso lavoro in tutte le attività operative, con il conseguimento di lusinghieri e rilevanti risultati, per i quali proprio in occasione del passaggio di consegne al suo successore, il comandante provinciale di Varese, colonnello Francesco Vitale, che ha ufficializzato la cerimonia di avvicendamento, ha sottolineato le ultime rilevanti e brillanti operazioni di servizio condotte e dirette dall’ufficiale. Da parte sua il nuovo comandante delle Fiamme Gialle saronnesi, prima di frequentare il corso di formazione per la nomina a ufficiale all’Accademia del Corpo, ha prestato servizio per 25 anni come ispettore in alcuni Reparti, ricoprendo anche importanti incarichi di comando operativo. Ha conseguito la laurea in economia e commercio ed è iscritto all’Albo dei revisori contabili. Da ufficiale ha comandato la tenenza di Arona e proviene dal Nucleo di polizia tributaria di Milano dove ha trascorso sei anni, maturando rilevanti ed intense esperienze professionali nel settore delle verifiche complesse per il contrasto dell’evasione fiscale anche in campo internazionale secondo le sue molteplici sfaccettature”.

Qui il curriculum del capitano Celentano.

14092016

13 Commenti

  1. “L’acchiappa” A-RISORSE, B-RISORSE e EE-RISORSE finalmente è arrivato…. speriamo riesca a mettere in “sicurezza” questa città al limite del collasso! Buon lavoro

  2. Cara redazione, sarebbe etico non pubblicare gli stupidi commenti, relativi all’omonimia del soggetto.

    • Il Capitano sarà abituato dalla nascita a sentire commenti ironici sulla sua omonimia. Se è arrivato a comandare all’interno di un corpo militare avrà la stoffa e la corazza per riderci su e fischiettare le canzoni dell’omonimo.

Comments are closed.